Commissariato P.S. Senigallia. Ordinanze interne di trasferimento. Illegittimità

 

Ancona, 06 agosto 2015

 

 

 

Oggetto: Commissariato P.S. Senigallia. Ordinanze interne di trasferimento.

- Illegittimità.

 

 

            AL SIGNOR QUESTORE                                                                                   S E D E

 

^^^^

Il Sap, nei giorni scorsi, ha chiesto al Sig. Dirigente del Commissariato P.S. di Senigallia di rispettare le qualifiche del personale, perché dagli ordini di servizio si è rilevato che un collega con qualifica superiore era, da mesi, funzionalmente subordinato a un graduato di qualifica inferiore.

 

Il Dirigente ha accolto subito la segnalazione del Sap, emettendo due ordinanze interne di servizio, cat. E.2/15, ambedue datate 31 luglio 2015.

 

Con la prima ordinanza, un Sostituto Commissario diventa Responsabile del 2° Settore – IGOS, andando a gestire l’attività dell’unico addetto, un Ispettore Superiore.

 

Con la seconda ordinanza viene finalmente assegnato un Ispettore Superiore all’Ufficio Controllo del Territorio - UCT, “in qualità di Coordinatore e Responsabile, nel cui ambito curerà, inoltre, in maniera continuativa il coordinamento delle attività di indagine con il Settore Anticrimine” .

 

Al riguardo, si rileva che:

 

  1. le due ordinanze di trasferimento sono prive di motivazioni, come imposto dalle vigenti circolari ministeriali che regolano la materia;

 

  1. non risulta l’esistenza della figura del “Coordinatore” nei Commissariati;

 

  1. la circolare ministeriale nr.225/B/2010/91482/U del 23 dicembre 2010, istitutiva degli UCT nei Commissariati di P.S., contiene due allegati. Uno dei due è composto da schede redatte dalla Direzione Centrale Anticrimine – Servizio Controllo del Territorio, in cui, nelle pagg. 7 e 8, è stabilito chiaramente che “l'idea innovatrice è quella di creare un ufficio al quale il personale sia assegnato in via continuativa...” e che “il personale assegnato all'U.C.T. deve essere impiegato in via esclusiva”.

Anche nella nota della Questura di Ancona Cat. A4/2011, datata 10 febbraio 2011, avente per oggetto “Attività di controllo del territorio - Progetto UCT”, il Questore dispone, conformemente alla circolare ministeriale, che “all'U.C.T. dovrà essere assegnato personale qualificato in via continuativa...” e che “l'organico dell'U.C.T. dovrà essere definito in proporzione alle risorse del Commissariato e assegnato in via esclusiva”.

 

Alla luce di quanto esposto, le due ordinanze interne di servizio sono illegittime, sia per assenza di motivazione, sia per l’attribuzione di qualifiche non risultanti, sia per il contrasto con l’esclusività dell’incarico del personale assegnato all’UCT, quindi si chiede il loro annullamento e l’emissione di nuove ordinanze conformi alle vigenti disposizioni ministeriali, che dovranno essere trasmesse a questo sindacato, così come previsto dalla normativa vigente.

 

In attesa di un sollecito riscontro, si porgono distinti saluti.

 

 

 

Il Segretario Provinciale

Filippo Moschella

 

SAP - Sindacato Autonomo di Polizia

Segreteria Regionale Marche

Indirizzo: Via Gervasoni 19 c/o Questura - 60129 - Ancona

Tel. e  Fax 07155241

email: marche@sap-nazionale.org

Webmaster

© Sindacato Autonomo di Polizia - Segreteria Regionale Marche

Privacy Policy Cookie Policy

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Navigando questo sito, chiudendo questo banner o cliccando su un link, acconsenti all’utilizzo dei cookies.

Se vuoi saperne di più leggi la Cookie Policy. Accettando l’informativa d’uso in base al Regolamento UE 2016/679 del 27 aprile 2016, noto come GDPR (General Data Protection Regulation), questo banner non ti verrà più mostrato.