Sindacato Autonomo di Polizia - Segreteria Regionale Marche

com reg

com an

com ap

com mc

com pu

comunicati Fm

SAP FLASH #

10 buoni motivi Modulo di adesione

2017 memorial day

XIV Reparto Mobile Senigallia

 

 

Ancona, 23 dicembre 2012

 

 

Oggetto: Pernottamento personale negli alloggi della Questura

                 di Perugia.

 

AL SIGNOR DIRIGENTE IL XIV REPARTO MOBILE DI     SENIGALLIA

ALLA SEGRETERIA PROVINCIALE SAP                          PERUGIA

ALLA SEGRETERIA GENERALE SAP                               ROMA

 

^^^^

        La Segreteria Provinciale Sap di Ancona, in qualità di organizzazione sindacale portatrice di interessi diffusi,


PREMESSO

 

- che, la scorsa notte, un contingente di codesto Reparto Mobile ha pernottato negli alloggi della Questura di Perugia;

 

- che con la circolare nr. 333-G/II.2624/02 del 29 maggio 2012, avente per oggetto: “Trattamento economico di missione nazionale del personale della Polizia di Stato”, la Direzione Centrale per le Risorse Umane, Servizio T.E.P. e Spese Varie, è stato chiarito, in merito alle strutture dell’Amministrazione esistenti presso il luogo di missione, che: “Il termine "disponibili", riferito alle strutture dell'Amministrazione esistenti presso il luogo di missione, deve comprendere anche l'accezione "fruibile". A tale riguardo e con specifico riferimento agli alloggi si vuole evidenziare che la disponibilità non dovrà essere verificata esclusivamente rispetto alla circostanza che l'immobile sia o meno libero, ma anche al fatto che siano garantiti gli standard necessari riferiti sia allo stato che almeno ai servizi e alle dotazioni previste per la categoria alberghiera di cui all'art. 13 comma 2° D.P.R. nr. 51 del 16.04.2009”; nonché “… nella predisposizione dei provvedimenti di invio in missione, con espresso richiamo a quanto previsto dall'articolo sopra citato ed alle indicazioni sin qui fornite, il Dirigente della sede di servizio del dipendente che verrà inviato in missione, sentito il Dirigente della sede di destinazione, è tenuto a verificare, in via preventiva, la possibilità dì utilizzare le strutture dell'Amministrazione per il vitto e idoneo alloggio del personale. Tale ultima circostanza dovrà essere formalizzata nel provvedimento di invio in missione …”;


- che, in data 14 dicembre 2012 è stato siglato, fra Amministrazione e OO.SS, l’“Accordo per la determinazione dei criteri di idoneità degli alloggi di servizio per il personale della Polizia di Stato in missione (ai sensi dell’art. 22 dell’ANQ)”, il quale elenca dettagliatamente tutto ciò che deve contenere un alloggio della Polizia di Stato per essere definito idoneo e fruibile;

 

CHIEDE

 

  1. se codesto Reparto Mobile ha verificato, in via preventiva, la possibilità di utilizzare le strutture dell’amministrazione per idoneo alloggio del personale;

  2. se l’idoneità degli alloggi del personale è stata formalizzata nel provvedimento d’invio in missione;

  3. chi ha dichiarato idonei e fruibili, con tutti i requisiti indicati nell’accordo del 14 dicembre 2012, che ha innovato l’art. 22 ANQ, gli alloggi della Questura di Perugia in cui ha pernottato, la scorsa notte, il personale del Reparto Mobile di Senigallia.

 

In attesa di un sollecito riscontro, si porgono distinti saluti.

 

 

Il Segretario Provinciale

Filippo Moschella

 

REPARTO MOBILE

 


Aggregazione a Pescara: dopo l’intervento del SAP, i colleghi in albergo

 

 

La nuova normativa sulla fruibilità degli alloggi di servizio è stata applicata, per la prima volta, anche al personale del Reparto Mobile di Senigallia.

 

Ieri mattina è stato organizzato lo spostamento odierno di quattro contingenti per un servizio di ordine pubblico a Pescara, prevedendo il pernotto presso la locale Scuola della Polizia di Stato.

 

Immediato l’intervento del SAP, il quale ha chiesto l’applicazione del nuovo art.22 dell’ANQ e delle circolari di riferimento, che stabiliscono non solo le caratteristiche di un alloggio di servizio fruibile (es. ascensore, pulizia giornaliera, asciugacapelli, oggettistica per la pulizia della persona, poltrona, aria condizionata, ecc.), ma anche l’obbligo, per il Dirigente del Reparto Mobile, di richiedere agli uffici territoriali la “certificazione” di detti requisiti.

 

Nel tardo pomeriggio la situazione si è sbloccata. I quattro contingenti pernotteranno in albergo e magari, a differenza degli alloggi di servizio, avranno anche la colazione compresa nel prezzo!

 

Questa è un’altra vittoria per la dignità di tutti i colleghi del Reparto Mobile di Senigallia, dopo l’autoconsegna dei giorni scorsi e le proteste nell’audizione parlamentare per una maggiore tutela legislativa degli operatori durante le manifestazioni pubbliche, la campagna “Chi difende i difensori?”, il riconoscimento della reperibilità per chi è stato impegnato, qualche mese fa, in un altro servizio di O.P. a Pescara, ecc.

 

Adesso la partita si sposta a Roma. Con questi ritmi gli esigui fondi delle Questure, ridotti dai tagli governativi, termineranno velocemente e nel giro di qualche mese il sistema dei servizi fuori sede potrebbe implodere.

Niente richieste di ausilio dei Reparti Mobili, perché non ci sono i soldi per pagare gli alberghi, diminuzione dei poliziotti impiegati in O.P. e/o totale ricorso ai colleghi degli uffici territoriali, privi di addestramento, veicoli e materiali specifici, con aumento esponenziale dei rischi professionali.

 

Buon Santo Natale dal Sap, il sindacato differente!

 

Ancona, 21 dicembre 2012

 

 

La Segreteria Provinciale Sap

 

 

COMUNICATO STAMPA


IL SAP ORGANIZZA L’AUTOCONSEGNA

AL XIV REPARTO MOBILE DI SENIGALLIA

 

 

Il SAP, il maggior sindacato autonomo della Polizia di Stato in provincia e in Italia, organizzerà una giornata di autoconsegna all’interno del XIV Reparto Mobile di Senigallia, alle ore 14.00 di venerdì 30 novembre 2012, in concomitanza con quella che si terrà al II Reparto Mobile di Padova.

Il disagio dei poliziotti, in particolare di quelli dei Reparti Mobili, è profondo.

Tutti i colleghi hanno garantito la loro presenza in servizio, anche la scorsa settimana a Roma, in occasione delle manifestazioni di piazza, ma vogliono evitare il crearsi di un clima negativo che possa influire sull’attività operativa.

Per il Segretario Provinciale Sap, Filippo Moschella, il mantenimento dell’ordine e della sicurezza pubblica è un lavoro delicato, che necessita di professionisti sereni e capaci, come sono tutti i poliziotti, i quali devono essere tutelati adeguatamente dall’ordinamento giuridico.

Anche per questo il Sap protesta contro l’ipotesi dell’introduzione dei numeri identificativi sui caschi, senza alcun bilanciamento con norme che raggiungano effettivamente i violenti travisati e armati che intendono sovvertire l’ordine e la sicurezza pubblica, per impedire l’esercizio delle libertà costituzionali dei manifestanti pacifici e propositivi.

Il sindacato, nel corso dell’autoconsegna dopo il servizio, unica forma di protesta ammessa per la categoria, chiederà la solidarietà di tutti i politici e delle associazioni di categoria che parteciperanno alla manifestazione, indicando i provvedimenti che dovranno essere presi per rendere più efficiente l’attività di tutte le Forze dell’ordine, a tutela delle libertà costituzionali.

Ancona, 27 novembre 2012


Il Segretario Provinciale

Filippo Moschella

 

 

I COMUNICATI E LA RASSEGNA STAMPA

 

YOUREPORTER


ANSA

 

Ancona Today


VivereSenigallia

 

Libero

 

Tiscali Marche


Corriere della Sera - Fabriano

 

Cronache Anconetane

 

Il Messaggero di Ancona

 


 

 

Esigenze ordine pubblico ed esigenze del personale.

 

 

 

LETTERA APERTA AL SIG. QUESTORE DI                                                        ASCOLI PICENO

 


Egregio Signor Questore


Ancora una volta siamo costretti a lamentarci per la scarsa considerazione che l’Amministrazione da Lei diretta ha avuto per il personale ed in particolare per quello di rinforzo.


Ieri, mercoledì 17 ottobre 2012 si è tenuto l’incontro di calcio Sambenedettese – Ancona valevole per le qualificazioni di coppa Italia dilettanti, partita considerata ad alto rischio per l’Ordine Pubblico.


Per l’occasione il Ministero ha inviato a disposizione della Questura Ascolana 70 uomini di rinforzo.


Grazie all’impegno di tutti i colleghi, ben diretti dal Primo Dirigente della Polizia di Stato Dr. Andrea INNOCENZI coadiuvato dal Dirigente del Commissariato di P.S. di San Benedetto del Tronto Dr. Filippo STRAGAPEDE l’evento sportivo si è concluso nel migliore dei modi senza alcun problema per l’Ordine Pubblico.


Le esigenze di servizio, proprio per la ottimale gestione del servizio, sono durate un tempo inferiore a quello preventivato tanto è che alle 18.00 le esigenze di O.P. erano già cessate.

 

Il personale del Reparto Mobile di Senigallia, reduce da non meno di 15 giorni di servizio fuori sede, vista la fine anticipata delle esigenze, sperava di poter ripartire subito per poter far rientro in sede e poter trascorrere, finalmente, una serata in famiglia. Invece, inspiegabilmente, a detto personale è stato ordinato di far rientro in Questura, a 35 chilometri dallo stadio sambenedettese, asseritamene al solo fine di consumare il pasto presso la mensa. Pasto, imposto e quindi rifiutato da quasi tutti gli uomini del reparto dorico.


A quanto detto si aggiunge l’ormai annoso problema della mensa della Questura di Ascoli Piceno che si ripresenta, con cadenza regolare, ad ogni servizio di Ordine Pubblico che richieda maggiore impegno ed attenzione. Il personale di rinforzo, infatti, ad ogni occasione lamenta la scarsa qualità del cibo somministrato.

 

Nel riassumere i fatti non si può non rilevare che se l’obiettivo dell’Amministrazione era quello di ridurre la spesa pubblica, detto target è stato ampiamente mancato.


Infatti l’imposizione al personale e la scarsa qualità del cibo hanno comportato il rifiuto della consumazione dei pasti ancorché già confezionati (Non meno di 40 pasti non fruiti).


L’invio presso la Questura hanno comportato oltre ad un ulteriore consumo di carburante, anche un aumento dell’orario di servizio con conseguente retribuzione straordinaria (Il reparto è rientrato in sede intorno alle ore 23.30)


Inoltre non è stato tenuto in giusta considerazione il morale del personale che non ha potuto trascorrere in famiglia l’ennesima serata.


Si sottolinea che probabilmente detto personale dovrà tornare a breve in questa sede e per le medesime ragioni. (Il 4 novembre P.V., giornata delle Forze Armate, si disputerà il derby Sambenedettese-Ancona)


Auspichiamo che, almeno a partire da tale prossimo evento, vengano definitivamente risolte tutte le problematiche da anni segnalate ed inerenti il servizio mensa ed il benessere del personale. Questa O.S. auspica che i problemi e le esigenze degli uomini e delle donne della Polizia di Stato siano tenute in considerazione tanto quanto quelle relative al regolare svolgimento del servizio di ordine Pubblico.

 

Distinti Saluti.


Ascoli Piceno 18 ottobre 2012

 

La Segreteria Provinciale

 

 

XIV REPARTO MOBILE


IL SAP CHIEDE RISPETTO TERMINE AGGREGAZIONI

E AUSPICA MODIFICHE ORGANIZZATIVE PER MAGGIORE EFFICIENZA

 

 

Dopo il prolungamento dell’aggregazione a Torino, così come avvenuto in passato, oggi il SAP ha incontrato il Dirigente del XIV Reparto Mobile per comunicargli il disagio dei colleghi in rientro, dovuto anche al fatto che i contingenti degli altri Reparti hanno regolarmente ricevuto il cambio quando previsto.

 

E’ la solita logica dei numeri, che il Dipartimento stenta a capire nonostante gli interventi già fatti dal SAP; eppure il concetto è semplice: le aggregazioni che prevedono cambi possono essere sostenute da Senigallia fino a 30 unità per turno. Invece, anche questa volta, in prima battuta sono partiti in 40, sostituiti prima da 9 e poi da 20 colleghi.

 

Nei prossimi giorni il SAP effettuerà un ulteriore intervento presso il Ministero, per spiegare questi concetti basilari, cercando, nel contempo, di limitare le inutili aggregazioni romane per normale attività di vigilanza.

 

Al dirigente abbiamo chiesto il rispetto del termine delle ordinanze, cogliendo l'occasione per esprimere il nostra posizione in merito all'ottimizzazione dell'impiego del personale, auspicando la stabilizzazione degli aggregati, dato che l’aggregazione è un provvedimento temporaneo atto per far fronte a situazioni contingenti, e la partecipazione di tutto il personale alle aggregazioni fuori sede, così come avvenuto per quella di Torino, considerato che tutti percepiscono le indennità di reparto, sia coloro che prendono le pietrate e respirano i gas dei lacrimogeni sia i restanti.

 

Un capitolo a parte è stato dedicato alla rotazione dei capisquadra: per il SAP è necessario istituire un doppio elenco per la rotazione dei servizi, uno per il Nucleo e uno per gli uffici di amministrazione, al fine di evitare incomprensioni, per usare un eufemismo…

 

Il Dirigente ha ascoltato con interesse quanto esposto dal sindacato, dichiarando che si impegnerà, per quanto di sua competenza, al fine di far rientrare i contingenti alla scadenza prevista delle aggregazioni. Per le altre questioni si è riservato ogni valutazione.

 

Adesso attendiamo i fatti!

 

Il SAP, il sindacato differente.

 

 

Senigallia, 06 marzo 2012

                                                    LA SEGRETERIA PROVINCIALE SAP

 

 

E L I B O M    O T R A P E R

Il SAP incontra l’amministrazione per chiedere se, per i capisquadra, l’Accordo decentrato funziona al contrario.

 

L’Accordo decentrato del Reparto Mobile è molto articolato, tanto che stabilisce anche l’utilizzo dei colleghi del Nucleo Operativo e dell’Ufficio Amministrazione, che dovranno essere addetti prevalentemente agli impieghi connessi al settore di appartenenza.

 

Ma la norma, approvata dall’amministrazione e da tutti i sindacati, è ignorata, tanto che negli ultimi tempi alcuni capisquadra dell’Ufficio Amministrazione escono più spesso di quelli del Nucleo!

 

Non si contesta assolutamente il dovere, per il Dirigente, di utilizzare il caposquadra più idoneo per una determinata attività, ma la costante scelta degli impieghi da parte di qualcuno che, pur rimanendo nell’Ufficio Amministrazione, esce più (= più soldi) dei colleghi del Nucleo.

 

Questo dato oggettivo è stato rappresentato nei giorni scorsi al Dirigente del Reparto, nell’ambito di un incontro con una delegazione del SAP, che si è soffermata anche sugli aspetti economici: una cosa è andare a Pescara senza pernotto con straordinario, altro è pernottare e ritornare il giorno successivo!

 

Per il SAP l’azione dell’amministrazione deve essere trasparente: due elenchi, capisquadra del Nucleo e dell’Ufficio Amministrazione, e rotazione regolare, più veloce, chiaramente, per i primi.

 

Ciò servirebbe anche a ripartire efficacemente il carico di lavoro elevando, contemporaneamente, la professionalità di tutti i capisquadra, che sarebbero comunque impiegati in casi di grave necessità e urgenza.

 

Il SAP attende un cambiamento sostanziale, anche per evitare contenziosi in sede di verifica semestrale del periodo gennaio-giugno.

 

Il SAP, il sindacato differente.

 

Senigallia, 21 febbraio 2012

 

                                                     La Segreteria Provinciale SAP

 

 

Bozza nuovo regolamento dei Reparti Mobili: poca valorizzazione e troppa confusione. Quasi tutto da rifare

 

Lo scorso 14 febbraio, a seguito di richiesta di esame congiunto avanzata dalle OO.SS., presso il Dipartimento si e' tenuto il programmato incontro sulla bozza di nuova riorganizzazione dei Reparti Mobili...


Leggi il comunicato allegato

 

 

COMUNICATO STAMPA

MANIFESTAZIONE INIGNATOS:

OLTRE 10 POLIZIOTTI FERITI DEL REPARTO MOBILE DI SENIGALLIA


Oltre dieci poliziotti del Reparto Mobile di Senigallia sono rimasti feriti, ieri, nel corso della manifestazione degli indignatos a Roma.

Gli agenti, impiegati alla testa del corteo, giunti a Piazza San Giovanni sono stati attaccati da gruppi di giovani con il volto coperto, che hanno lanciato sassi, oggetti di ogni tipo e bombe carta.

Nonostante il lancio di lacrimogeni gli assalitori, a differenza della maggior parte dei manifestanti, per diverse ore hanno attuato una vera e propria guerriglia urbana volta esclusivamente allo scontro con le forze dell’ordine e alla distruzione di beni pubblici e privati.

Solo l’alta preparazione dei poliziotti anconetani ha permesso di evitare il peggio, tuttavia parecchi sono rimasti feriti e oggi rientreranno in anticipo a Senigallia.

Filippo Moschella, Segretario Provinciale del maggiore sindacato autonomo della Polizia di Stato, esprime piena solidarietà e totale vicinanza a tutti i colleghi del Reparto Mobile.

Occorre anche rivedere, secondo il sindacalista, la qualità e la tipologia delle attrezzature in dotazione, dato che diversi scudi sono stati spaccati e i lacrimogeni non sono serviti a respingere i facinorosi.

In un momento storico difficile per la Polizia, a seguito degli ulteriori tagli governativi ai fondi del Ministero dell’Interno, che stanno già determinando il razionamento di veicoli, carburanti e spostamenti di personale per servizi operativi a tutela dell’ordine e della sicurezza pubblica, gli uomini e le donne del Reparto Mobile di Senigallia hanno dato, ancora una volta, prova di professionalità, determinazione e alto senso del dovere.

Ancona, 16 ottobre 2011


Il Segretario Provinciale S.A.P.

Filippo Moschella

Ancona, 30 giugno 2011

 

OGGETTO: Adozione orari di servizio anomali.

                       Richiesta di incontro.


     AL SIGNOR DIRIGENTE IL XIV REPARTO MOBILE      SENIGALLIA


^^^^

     Alcuni giorni fa, personale di codesto Reparto Mobile che stava svolgendo il turno di servizio mattutino è stato messo in libertà, per essere impiegato, nella medesima giornata e con turno serale, in un servizio fuori sede.


Considerata la gravità della violazione dell’A.N.Q., si chiede alla S.V. un incontro urgente.


Cordialità.

 

Il Segretario Provinciale S.A.P.


Filippo Moschella

 

XIV REPARTO MOBILE

                     Dopo la protesta formale del SAP al Dipartimento arrivano i risultati.

Nei giorni scorsi, la Segreteria Generale SAP ha presentato una formale segnalazione al Dipartimento della P.S., dopo gli impieghi massicci a Manduria e Santa Maria Capua a Vetere, spiegando che 30 uomini in aggregazione fuori sede sono il limite massimo che il Reparto Mobile di Senigallia può sostenere, anche per garantire i necessari cambi.

Insomma, è stato chiesto un impiego, in percentuale, similare agli altri Reparti Mobili.

I risultati, ovviamente, non si sono fatti attendere: nei prossimi giorni i colleghi in aggregazione lunga scenderanno da 20 unità!

Questa è anche la risposta a tutti coloro che fanno la voce grossa a Senigallia, con comunicati e articoli di stampa, e poi a Roma non si alzano nemmeno dalla sedia per protestare a favore dei colleghi del Reparto Mobile.

Ci auguriamo che l’immediata diminuzione degli impieghi faccia trascorrere ai colleghi e alle loro famiglie una serena Pasqua.

Senigallia, 19 aprile 2011

IL SEGRETARIO PROVINCIALE

Filippo Moschella

 

XIV REPARTO MOBILE

Il SAP incontra il Dirigente per rappresentare alcune problematiche

 

A seguito dell’assemblea sindacale del 26 ottobre, partecipata da molteplici colleghi iscritti e non, oggi una delegazione del SAP (Moschella, Paoletti, Leonardi) si è incontrata per la prima volta con il  nuovo Dirigente del Reparto Mobile.

 

Il proficuo incontro è servito per fare il punto della situazione sull’impiego del personale e l’attuazione degli Accordi decentrati, nonché per avanzare delle richieste sindacali allo scopo di migliorare  l’impiego di tutti i colleghi.

 

In particolare, sono stati trattati i seguenti punti:

 

1)  servizi fuori sede: il SAP ha chiesto all’amministrazione di stabilire l’aliquota di personale impiegabile giornalmente nei servizi fuori sede che, considerata l’esiguità del personale del Nucleo, dovrà costituire un “livello di riferimento” per cercare di evitare impieghi gravosi e contrazione dei benefici in periodi di stabilità dell’ordine pubblico.

 

2)  Apertura dei servizi fuori sede: Il SAP ha chiesto una valutazione sulla possibilità di dare la titolarità dell’apertura dei servizi fuori sede ai capisquadra, che potranno decidere, caso per caso, secondo le necessità contingenti. Il Dirigente ha chiesto qualche giorno per considerare tutti gli aspetti della questione, mostrandosi favorevole all’accettazione della richiesta.

 

3)  Patente di II° grado: nel corso dell’assemblea tutti i colleghi hanno segnalato le difficoltà degli autisti in alcune aggregazioni fuori sede, richiedendo, contemporaneamente, di evitare l’introduzione di  regole rigide, come ad esempio il pernotto fuori sede obbligatorio al termine del servizio. Il SAP ha espresso il proprio parere: è il caposquadra che ha l’onere di  stabilire le modalità del viaggio.

Il personale ha chiesto, altresì, di sensibilizzare maggiormente coloro che non hanno ancora partecipato al corso per il conseguimento della patente di II° grado, al fine di sostituire eventuali autisti stanchi.        La richiesta è stata rappresentata al Dirigente, che l’ha accolta immediatamente.

 

4)  ROTAZIONE DEI SERVIZI: l’Accordo decentrato firmato dal SAP parla chiaro; all’art. 9 comma 11 è prevista la rotazione di tutto il personale del Reparto Mobile per i servizi di O.P.

Oggi, invece, assistiamo ad un impiego singolare dei colleghi: alcuni fanno i servizi con i pernotti fuori sede, altri quasi esclusivamente servizi senza pernotti, altri ancora nessun servizio fuori sede!!!

L’era degli amici deve finire, per fare largo all’equità e alla trasparenza, fermi restando i criteri concordati nel citato Accordo, secondo cui il Nucleo ruota con maggiore frequenza rispetto agli uffici. Il Dirigente ha risposto che interverrà per risolvere la questione.

 

5)  AGGIORNAMENTO/ADDESTRAMENTO PROFESSIONALE: la citata diversità di frequenza di rotazione non è assolutamente valida per l’aggiornamento e l’addestramento professionale.

Questa è un’altra questione di principio del SAP, perché, paradossalmente, sono proprio i colleghi degli uffici ad avere maggiore necessità di formazione, dato che saranno sicuramente impiegati in situazioni di crisi dell’ordine e sicurezza pubblica, quando è maggiore la richiesta di personale.

Sull’argomento abbiamo ricevuto ampie rassicurazioni da parte del Dirigente, quindi attendiamo l’ormai prossima verifica semestrale per valutare i dati relativi alla partecipazione del personale.

 

6) DIRETTIVE AI CAPISQUADRA: è stato chiesto al Dirigente di valutare la possibilità di riunire periodicamente tutti i capisquadra del Nucleo e degli Uffici, al fine di fornire direttive volte ad evitare valutazioni diverse in casi similari, come ad esempio per le aperture dei servizi fuori sede, lo straordinario emergente connesso al rientro, il pernotto fuori sede ecc. La richiesta del SAP è stata accolta.

Senigallia, 27 ottobre 2010                               

                                                                    La Segreteria Provinciale

Riordino

riordino2

sap flash 01

Tutela legale gratuita

Tutela legale gratuita

Calcolo pensione e buona uscita

Calcolo pensione e buona uscita

Calendari SAP

Firma la petizione

Visite

Oggi218
Ieri207
Settimana1172
Mese2068
Totali960303

  • Il tuo indirizzo IP è: 18.232.127.73

comunicati

com reg

com an

com ap

com mc

com pu

SAP - Sindacato Autonomo di Polizia

Segreteria Regionale Marche

Indirizzo: Via Gervasoni 19 c/o Questura - 60129 - Ancona

Tel. e  Fax 07155241

email: marche@sap-nazionale.org

Webmaster

© Sindacato Autonomo di Polizia - Segreteria Regionale Marche

Privacy Policy Cookie Policy

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Navigando questo sito, chiudendo questo banner o cliccando su un link, acconsenti all’utilizzo dei cookies.

Se vuoi saperne di più leggi la Cookie Policy. Accettando l’informativa d’uso in base al Regolamento UE 2016/679 del 27 aprile 2016, noto come GDPR (General Data Protection Regulation), questo banner non ti verrà più mostrato.