Area Comunicati - Ancona

 

VOLANTI: RISCHI SENZA RICONOSCIMENTI

 

Ieri abbiamo dovuto registrare le ferite subite da due colleghi delle Volanti, uno per una sassata al volto, l’altro per una coltellata al braccio.

 

Gli ennesimi feriti fra il personale delle Volanti di Ancona e dei Commissariati ci fanno riflettere sui rischi che, per strada, sono sempre dietro l’angolo, giorno e notte, ma c’è dell’altro.

 

Ogni collega si assume le proprie responsabilità, ma oggi si è costretti a lavorare quasi senza riconoscimenti tangibili, principalmente per l’azione del Ministero che, non inviando agenti, non permette né il ripianamento degli organici né il turn-over; secondariamente per l’azione dei vertici amministrativi locali, spesso interessati a garantire i turni di servizio, senza valutare necessità, concedere benefici previsti dalla legge o provvedimenti premiali.

 

Il SAP esprime piena solidarietà e totale vicinanza ai colleghi feriti, ma siccome le parole restano vuote se non sono supportate da fatti concreti, tuteleremo con maggiore forza ed efficacia i colleghi, in prima battuta fornendo materiale utile per l’attività, come i prontuari per le multe.

Per le Volanti dei Commissariati, chiederemo al Questore di emanare direttive in merito ai turni di servizio, poiché gli uffici distaccati sono impossibilitati a coprire tutti i quadranti.

Contemporaneamente agiremo, tramite la Segreteria Generale SAP, per l’invio di personale.

 

E’ poca cosa, ma in tal modo cerchiamo di diminuire piccoli stati di disagio che, inevitabilmente, sfociano in un rapporto conflittuale con l’amministrazione.

 

Ancona, 23 novembre 2010

 

IL SEGRETARIO PROVINCIALE

Filippo Moschella

 

UFFICIO IMMIGRAZIONE

Il SAP incontra il Questore per l’impiego nei turni atipici

 

 

 

Il SAP ha incontrato il Questore per chiedere che il personale dell’Ufficio Immigrazione, nel corso dei servizi di controllo del territorio con turni atipici, venga impiegato quando sono necessarie le specifiche competenze istituzionali, in modo da valorizzare le professionalità possedute.

 

L’amministrazione ha accolto la segnalazione del SAP, dichiarando di essere disponibile, per quanto possibile, ad attuare lo specifico impiego nei prossimi servizi.

 

Nel corso di una assemblea con il personale interessato, che si terrà nei prossimo giorni, si discuteranno le problematiche del settore.

 

Questo è il SAP!

 

Ancona, 22 novembre 2010

 

 

 

 

IL SEGRETARIO PROVINCIALE

Filippo Moschella

 

Abbiamo ricevuto la notizia, che pubblichiamo con piacere.

 

 

Ancona, 17 novembre 2010

Ancona,  ritrovato il medico neurologo disperso da due giorni,

in evidente stato confusionale

 

Il medico neurologo di 64 anni, scomparso due giorni fa dopo aver parcheggiato l’auto nei pressi di un laghetto vicino all’aeroporto di Falconara Marittima, in provincia di Ancona, è stato ritrovato dagli uomini della polizia in discrete condizioni di salute ma in evidente stato confusionale.

Secondo quanto si è appreso, l’uomo avrebbe girovagato per due giorni senza avere una meta ben precisa. Gli agenti lo hanno trovato su un sentiero ubicato a non troppa distanza del luogo in cui aveva lasciato il veicolo.

L’automobile era rimasta accesa. Il medico, che ricopre il ruolo di aiuto primario, è stato portato in ospedale per gli accertamenti sanitari del caso.

 

Complimenti a tutti i colleghi che hanno partecipato alle ricerche e a coloro che hanno ritrovato il medico.

 

La Segreteria Provinciale SAP

 

COMMISSARIATO DI SENIGALLIA

Una piccola battaglia per la dignità di tutti i colleghi vinta dal SAP

e il giocherellone disinformato.

 

Il periodo natalizio si avvicina e, nonostante il magro contratto di lavoro e le croniche carenze di personale, i colleghi del Commissariato di Senigallia stanno presentando le domande di congedo ordinario.

Ci è stato segnalato che i periodi fruibili indicati dall’amministrazione dai canonici due erano “lievitati” a tre: Natale, Capodanno ed Epifania.

 

Abbiamo ritenuto offensivo porre il Santo Natale e il Capodanno sullo stesso piano dell’Epifania, festività poco considerata dagli italiani, perciò lunedì abbiamo segnalato la questione ai vertici della Questura di Ancona e ieri abbiamo appreso che i periodi proposti dall’amministrazione saranno giustamente due: Natale e Capodanno.

 

Accanto a questa piccola conquista per preservare la dignità di tutti i colleghi, qualche giocherellone ha diffuso la notizia di modifiche agli orari di servizio per il personale addetto ai turni non continuativi, il quale dovrebbe essere impiegato saltuariamente nei turni continuativi.

Siamo dispiaciuti che il giocherellone ignori o, peggio, non tenga in considerazione l’art.9 comma 6 dell’ANQ, il quale prevede che il personale addetto ai turni non continuativi può essere impiegato nei turni continuativi solo “per particolari ed improrogabili esigenze di servizio”.

Qualora l’impiego sarà attuato, ci dovranno spiegare quali sono le particolari ed improrogabili esigenze di servizio dei turni continuativi del Commissariato di Senigallia, che contano, oggi, il maggior numero di addetti (20 unità) di qualsiasi altro Commissariato.

Presenteremo oggi stesso una formale protesta al Sig. Questore di Ancona, perché intendiamo contrastare, con tutte le nostre forze e in sede legale, chi, in qualsiasi ufficio della provincia, fa leva sui timori dei colleghi per ottenere i propri obiettivi, cercando, nel contempo, di scaricare le responsabilità sui sindacati.

 

Ancona, 17 novembre 2010

 

Il Segretario Provinciale SAP

Filippo Moschella

 

XIV REPARTO MOBILE

Il SAP incontra il Dirigente per rappresentare alcune problematiche

 

A seguito dell’assemblea sindacale del 26 ottobre, partecipata da molteplici colleghi iscritti e non, oggi una delegazione del SAP (Moschella, Paoletti, Leonardi) si è incontrata per la prima volta con il  nuovo Dirigente del Reparto Mobile.

 

Il proficuo incontro è servito per fare il punto della situazione sull’impiego del personale e l’attuazione degli Accordi decentrati, nonché per avanzare delle richieste sindacali allo scopo di migliorare  l’impiego di tutti i colleghi.

 

In particolare, sono stati trattati i seguenti punti:

 

1)  servizi fuori sede: il SAP ha chiesto all’amministrazione di stabilire l’aliquota di personale impiegabile giornalmente nei servizi fuori sede che, considerata l’esiguità del personale del Nucleo, dovrà costituire un “livello di riferimento” per cercare di evitare impieghi gravosi e contrazione dei benefici in periodi di stabilità dell’ordine pubblico.

 

2)  Apertura dei servizi fuori sede: Il SAP ha chiesto una valutazione sulla possibilità di dare la titolarità dell’apertura dei servizi fuori sede ai capisquadra, che potranno decidere, caso per caso, secondo le necessità contingenti. Il Dirigente ha chiesto qualche giorno per considerare tutti gli aspetti della questione, mostrandosi favorevole all’accettazione della richiesta.

 

3)  Patente di II° grado: nel corso dell’assemblea tutti i colleghi hanno segnalato le difficoltà degli autisti in alcune aggregazioni fuori sede, richiedendo, contemporaneamente, di evitare l’introduzione di  regole rigide, come ad esempio il pernotto fuori sede obbligatorio al termine del servizio. Il SAP ha espresso il proprio parere: è il caposquadra che ha l’onere di  stabilire le modalità del viaggio.

Il personale ha chiesto, altresì, di sensibilizzare maggiormente coloro che non hanno ancora partecipato al corso per il conseguimento della patente di II° grado, al fine di sostituire eventuali autisti stanchi.        La richiesta è stata rappresentata al Dirigente, che l’ha accolta immediatamente.

 

4)  ROTAZIONE DEI SERVIZI: l’Accordo decentrato firmato dal SAP parla chiaro; all’art. 9 comma 11 è prevista la rotazione di tutto il personale del Reparto Mobile per i servizi di O.P.

Oggi, invece, assistiamo ad un impiego singolare dei colleghi: alcuni fanno i servizi con i pernotti fuori sede, altri quasi esclusivamente servizi senza pernotti, altri ancora nessun servizio fuori sede!!!

L’era degli amici deve finire, per fare largo all’equità e alla trasparenza, fermi restando i criteri concordati nel citato Accordo, secondo cui il Nucleo ruota con maggiore frequenza rispetto agli uffici. Il Dirigente ha risposto che interverrà per risolvere la questione.

 

5)  AGGIORNAMENTO/ADDESTRAMENTO PROFESSIONALE: la citata diversità di frequenza di rotazione non è assolutamente valida per l’aggiornamento e l’addestramento professionale.

Questa è un’altra questione di principio del SAP, perché, paradossalmente, sono proprio i colleghi degli uffici ad avere maggiore necessità di formazione, dato che saranno sicuramente impiegati in situazioni di crisi dell’ordine e sicurezza pubblica, quando è maggiore la richiesta di personale.

Sull’argomento abbiamo ricevuto ampie rassicurazioni da parte del Dirigente, quindi attendiamo l’ormai prossima verifica semestrale per valutare i dati relativi alla partecipazione del personale.

 

6) DIRETTIVE AI CAPISQUADRA: è stato chiesto al Dirigente di valutare la possibilità di riunire periodicamente tutti i capisquadra del Nucleo e degli Uffici, al fine di fornire direttive volte ad evitare valutazioni diverse in casi similari, come ad esempio per le aperture dei servizi fuori sede, lo straordinario emergente connesso al rientro, il pernotto fuori sede ecc. La richiesta del SAP è stata accolta.

Senigallia, 27 ottobre 2010                               

                                                                    La Segreteria Provinciale

 

Commissariato P.S. Jesi

Il SAP rappresenta lo stato di disagio del Personale

Martedì 21 ottobre una delegazione del SAP (Fagnano, Moschella, Bartolini) si è incontrata con il Dirigente del Commissariato P.S. di Jesi per rappresentare lo stato di disagio del personale.

 

In particolare, la delegazione ha fatto presente che i notevoli risultati ottenuti dai colleghi sono frutto di sacrifici e rinunce che non possono, assolutamente, continuare nel tempo.

 

Per il SAP, gli elevati regimi lavorativi necessari al raggiungimento di precisi e chiari obiettivi istituzionali, in presenza di carenza cronica di personale, devono essere considerati al di fuori della normalità.

 

Il Dott. Massara ha condiviso la posizione del sindacato.

 

Nelle prossime settimane il SAP organizzerà una nuova riunione sindacale presso il Commissariato di Jesi, per acquisire il parere di tutti i colleghi.

 

Ancona, 25 ottobre 2010

 

 

IL SEGRETARIO PROVINCIALE

Filippo Moschella

 

POLMARE - POLARIA

Il SAP incontra il Dirigente dell’VIII Zona. Segnalate problematiche

 

Nel pomeriggio di mercoledì 20 ottobre il SAP si è incontrato con il Dirigente dell’VIII Zona Polfrontiera e il Dirigente dell’Ufficio Polfrontiera di Ancona, per esporre alcune problematiche.

 

In particolare, il SAP ha esposto i seguenti argomenti:

 

1)     RISTRUTTURAZIONE IMMOBILE POLMARE: Il Dott. Cesareo si è preso l’incarico di contattare le OO.PP. Sabato 23 ha comunicato che il nuovo Direttore delle OO.PP. non ha potuto confermare nemmeno se esiste uno stanziamento nel bilancio triennale e lo stato della pratica. Abbiamo già fissato un nuovo appuntamento alla fine della corrente settimana, per acquisire notizie precise sull’argomento.

Il SAP ha il sospetto che la pratica sia ancora “in alto mare”.


Dopo le doverose verifiche del caso convocheremo un’assemblea con tutti i colleghi.

 

2)     SPOSTAMENTO ARMADIO APPARECCHIATURE DALLA SALA OPERATIVA ALLA SALA RIUNIONI: è stato chiesto di spostare, con urgenza, il mobile delle apparecchiature elettroniche posto nella Sala Operativa, dato che il rumore delle ventole reca disturbo ai centralinisti. Deve essere effettuato, da parte delle OO.PP., un buco nel muro che permetta il passaggio delle apparecchiature elettroniche senza staccarle dalla rete. Al riguardo il Dott. Cesareo si è assunto l’onere di contattare per le vie brevi gli uffici interessati, per far fare il buco e lo spostamento nel giro di brevissimo tempo.

3)     ORARIO DI SERVIZIO DEI CENTRALINISTI: il SAP ha chiesto, conformemente alle richieste ricevute dalla maggioranza dei colleghi, che i centralinisti osservino i turni c.d. “in terza” ma con un solo rientro.

4)     DEFLUSSO VIAGGIATORI IN INGRESSO IN ITALIA: il SAP ha anticipato l’esito di uno studio per migliorare le operazioni di deflusso dei viaggiatori in ingresso in Italia, a vantaggio dei colleghi e viaggiatori.

5)   POLARIA- CORRESPONSIONE TIKET: il SAP ha segnalato l’esito di una ricerca effettuata coinvolgendo il personale. I delegati sindacali SAP, nelle scorse settimane, hanno acquisito l’assenso di oltre 23 colleghi per la corresponsione del ticket, benché tassato, così come previsto in sede di Accordo Decentrato, in considerazione delle difficoltà sorte per la fruizione del pasto serale presso il bar.

Ancona, 25 ottobre 2010                        

 

IL SEGRETARIO PROVINCIALE

Filippo Moschella

SAP - Sindacato Autonomo di Polizia

Segreteria Regionale Marche

Indirizzo: Via Gervasoni 19 c/o Questura - 60129 - Ancona

Tel. e  Fax 07155241

email: marche@sap-nazionale.org

Webmaster

© Sindacato Autonomo di Polizia - Segreteria Regionale Marche

Privacy Policy Cookie Policy

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Navigando questo sito, chiudendo questo banner o cliccando su un link, acconsenti all’utilizzo dei cookies.

Se vuoi saperne di più leggi la Cookie Policy. Accettando l’informativa d’uso in base al Regolamento UE 2016/679 del 27 aprile 2016, noto come GDPR (General Data Protection Regulation), questo banner non ti verrà più mostrato.