Comunicati

 

 

COMMISSARIATO P.S. JESI


L’amministrazione accoglie le segnalazioni del SAP


Le segnalazioni manifestate dal SAP all’amministrazione, dopo la partecipata riunione con quasi tutti i colleghi del Commissariato P.S. di Jesi, sono state accolte.


Nei giorni scorsi la bacheca dei servizi è stata spostata dal corridoio frequentato dalla cittadinanza a un ufficio, a tutela della riservatezza dei colleghi e dei servizi istituzionali.


Da poche ore, invece, è diventata realtà la totale indipendenza dell’Ufficio Controllo del Territorio (UCT), che si pone ai vertici della provincia, con a capo un Ispettore, così come prevede la normativa vigente e come richiesto in passato dal SAP al Questore.


In merito al servizio del Poliziotto di Quartiere abbiamo ricevuto rassicurazioni che sarà espletato con regolarità, da personale addetto esclusivamente.


Molto importante è anche la mancanza del personale delle Volanti e il continuo impiego degli addetti ai turni non continuativi.


Abbiamo già posto la questione, in via preliminare, al nuovo Questore e discuteremo a breve il progetto SAP a tutela dei diritti e delle funzioni di tutti i colleghi, delle Volanti, gravati dai turni, e degli uffici, che devono svolgere anche l’O.P. e le pratiche.


Il SAP, il sindacato differente.


Ancona, 10 novembre 2012


Il Segretario Provinciale

Filippo Moschella

 

POLFER


IL SAP CHIEDE MAGGIORE EFFICIENZA PER FALCONARA, IL DIRIGENTE NON ACCOGLIE

 


In mezzo all’indifferenza sindacale, il Sap è stato l’unico che ha chiesto l’esame congiunto dell’informazione preventiva relativa al trimestre settembre-dicembre 2012, con la quale è stato modificato il numero degli operatori, per turno, del Posto Polfer di Falconara, portandoli da 3 a 2.


Il Sap ha spiegato chiaramente che la scelta va contro la funzionalità dello stesso Posto Polfer, ma anche di quella del Settore Operativo, dato che con una recente disposizione Falconara è l’unico ufficio che, saltuariamente, se necessario, sopperisce ad eventuali carenze di Ancona.


Con due persone per ogni turno, inoltre, si verificherà che, spesso, ne rimarrà in servizio solo una, quindi, di fatto, sarà impedita l’operatività del Posto Polfer di Falconara.


Insomma, da un lato si depotenzia il Settore Operativo, con l’aggregazione di personale in altri settori, dall’altro si depotenzia l’operatività del Posto Polfer di Falconara.


Il Dirigente ha risposto che ha dato incarico di monitorare tutti i servizi, per raggiungere l’armonizzazione degli stessi, almeno a livello provinciale.


Ancona, 09 novembre 2012                                    

 

 

La Segreteria Provinciale SAP

 

 

Ancona, 18 settembre 2012

 


Oggetto: Distaccamento Polizia Stradale di Senigallia.

                Impiego personale addetto alla Sala operativa.

 


                 AL SIG. DIRIGENTE LA SEZIONE POLIZIA STRADALE                         SEDE

e, p.c.      AL SIG. DIRIGENTE IL COMPARTIMENTO POLIZIA STRADALE             SEDE


^^^^

      Con riferimento alla risposta di pari oggetto, datata 13 settembre e inviata da codesta Sezione a questa Segretaria Provinciale SAP in data odierna:


1) in merito all’impiego del personale comandato di servizio di giornata/addetto alla Sala Operativa, è irricevibile la seguente posizione dell’amministrazione:  “per tradizione e per spirito di collaborazione … dare una mano nel trattare un minimo di attività burocratica”, senza che tale attività sia stabilita dalle disposizioni di servizio per detto settore.


Quanto accettato dall’amministrazione, inoltre, apre un’infinita differenziazione fra coloro che sono “collaborativi” e chi si attiene alle disposizioni di servizio, qualora esistenti.


Non rileva, a parere di questa O.S., la presenza degli agenti in forza al Commissariato di Senigallia nella Sala Operativa, dato che fra le loro consegne nulla è stabilito in merito all’ascolto radio dell’apparecchiatura della Polstrada.


Inoltre, circa l’ascolto radio del C.O. Compartimentale, è notoria la difficile ricezione proprio delle comunicazioni radio delle pattuglie di Senigallia, Fabriano e Jesi, difficoltà cui sopperiscono proprio le radio degli UU.OO.DD.


Poi, se l’ascolto radio deve essere effettuato dal C.O. Compartimentale, come asserito, non si comprende perché sia stata creata una postazione radio presso i Distaccamenti.


Per quanto esposto, si chiede che siano redatte e poste al visto del personale delle disposizioni scritte specifiche per la Sala Operativa del Distaccamento Polstrada di Senigallia e degli altri reparti.


2) Si reputa positiva la disposizione organizzativa della S.V. con cui ha accolto la segnalazione del SAP, stabilendo chiaramente che “è precipuo compito del responsabile dell’ufficio (la redazione del mattinale n.d.r.) e che da una eventuale inesattezza, stante la verifica anche ministeriale, scaturiscono responsabilità amministrative.”


3) Si valuta positivamente anche la notizia circa la nota diramata dalla S.V. a tutti i Distaccamenti, con cui ha accolto la segnalazione del SAP in merito alla rotazione del personale, richiamando “l’attenzione di tutti i Comandanti di Distaccamento ad essere oculati ed attenti nel rispetto della rotazione e dei legittimi diritti del personale, evitando di creare disparità di trattamento”.


In attesa di un sollecito riscontro, si porgono distinti saluti.

 

 

Il Segretario Provinciale

Filippo Moschella

 

 

Ancona, 12 novembre 2012

 

 

Oggetto: Impiego illegittimo del personale.

 

             AL SIGNOR DIRIGENTE DEL COMPARTIMENTO POLSTRADA                                 SEDE

             AL SIGNOR DIRIGENTE DELLA SEZIONE POLSTRADA                                              SEDE

 

^^^^^^

             Dalla programmazione dei servizi della settimana corrente si evince che, in data 18 novembre 2012, due dipendenti addetti ai turni non continuativi della Sezione Polizia Stradale saranno impiegati con turno esterno operativo 01/07, in aperta violazione agli accordi sugli orari in deroga firmati in data 31 ottobre 2012, con cui è stato stabilito che  che il personale deve essere impiegato “ogni quindici giorni” e non, come in questo caso, ogni sette giorni.


In attesa di un sollecito riscontro, si porgono distinti saluti.


Cordiali saluti.

 

 

Il Segretario Provinciale

Filippo Moschella

POLIZIA STRADALE

CONTRATTAZIONE TURNI



Avevamo invitato  tutte le segreterie provinciali delle OO.SS. della provincia ad un incontro per discutere una piattaforma comune da sottoporre al Dirigente Polstrada nell’incontro dell’8 novembre p.v..


All’invito, inviato via email ed sms, quasi tutte le sigle non hanno ritenuto di dover rispondere, né per confermare né per chiedere di fissare un’altra data.


Quindi le delegazioni SIULP e SAP incontratesi in mattinata hanno deciso di procedere, vista la volontà di non esserci degli altri,  elaborando una bozza comune da sottoporre all’Amministrazione.


In rappresentanza di quasi il 90% dei colleghi della provincia di Ancona, nelle prossime ore si deciderà se chiedere la trattativa a tavoli separati, per accelerare l’approvazione dell’accordo ed evitare un’inutile contrapposizione sindacale davanti all’Amministrazione.


L’accordo raggiunto, che sarà illustrato tramite comunicati congiunti e/o riunioni, tiene conto di tutte le osservazioni fatte nelle diverse assemblee, senza penalizzare nessuno, trovando il giusto equilibrio tra le esigenze dell’Amministrazione, dei colleghi del COC, dei pattuglianti e dei colleghi dei servizi non continuativi.


Ancona, 19 ottobre 2012



LE SEGRETERIE PROVINCIALI

SIULP                     SAP

 

 

Esigenze ordine pubblico ed esigenze del personale.

 

 

 

LETTERA APERTA AL SIG. QUESTORE DI                                                        ASCOLI PICENO

 


Egregio Signor Questore


Ancora una volta siamo costretti a lamentarci per la scarsa considerazione che l’Amministrazione da Lei diretta ha avuto per il personale ed in particolare per quello di rinforzo.


Ieri, mercoledì 17 ottobre 2012 si è tenuto l’incontro di calcio Sambenedettese – Ancona valevole per le qualificazioni di coppa Italia dilettanti, partita considerata ad alto rischio per l’Ordine Pubblico.


Per l’occasione il Ministero ha inviato a disposizione della Questura Ascolana 70 uomini di rinforzo.


Grazie all’impegno di tutti i colleghi, ben diretti dal Primo Dirigente della Polizia di Stato Dr. Andrea INNOCENZI coadiuvato dal Dirigente del Commissariato di P.S. di San Benedetto del Tronto Dr. Filippo STRAGAPEDE l’evento sportivo si è concluso nel migliore dei modi senza alcun problema per l’Ordine Pubblico.


Le esigenze di servizio, proprio per la ottimale gestione del servizio, sono durate un tempo inferiore a quello preventivato tanto è che alle 18.00 le esigenze di O.P. erano già cessate.

 

Il personale del Reparto Mobile di Senigallia, reduce da non meno di 15 giorni di servizio fuori sede, vista la fine anticipata delle esigenze, sperava di poter ripartire subito per poter far rientro in sede e poter trascorrere, finalmente, una serata in famiglia. Invece, inspiegabilmente, a detto personale è stato ordinato di far rientro in Questura, a 35 chilometri dallo stadio sambenedettese, asseritamene al solo fine di consumare il pasto presso la mensa. Pasto, imposto e quindi rifiutato da quasi tutti gli uomini del reparto dorico.


A quanto detto si aggiunge l’ormai annoso problema della mensa della Questura di Ascoli Piceno che si ripresenta, con cadenza regolare, ad ogni servizio di Ordine Pubblico che richieda maggiore impegno ed attenzione. Il personale di rinforzo, infatti, ad ogni occasione lamenta la scarsa qualità del cibo somministrato.

 

Nel riassumere i fatti non si può non rilevare che se l’obiettivo dell’Amministrazione era quello di ridurre la spesa pubblica, detto target è stato ampiamente mancato.


Infatti l’imposizione al personale e la scarsa qualità del cibo hanno comportato il rifiuto della consumazione dei pasti ancorché già confezionati (Non meno di 40 pasti non fruiti).


L’invio presso la Questura hanno comportato oltre ad un ulteriore consumo di carburante, anche un aumento dell’orario di servizio con conseguente retribuzione straordinaria (Il reparto è rientrato in sede intorno alle ore 23.30)


Inoltre non è stato tenuto in giusta considerazione il morale del personale che non ha potuto trascorrere in famiglia l’ennesima serata.


Si sottolinea che probabilmente detto personale dovrà tornare a breve in questa sede e per le medesime ragioni. (Il 4 novembre P.V., giornata delle Forze Armate, si disputerà il derby Sambenedettese-Ancona)


Auspichiamo che, almeno a partire da tale prossimo evento, vengano definitivamente risolte tutte le problematiche da anni segnalate ed inerenti il servizio mensa ed il benessere del personale. Questa O.S. auspica che i problemi e le esigenze degli uomini e delle donne della Polizia di Stato siano tenute in considerazione tanto quanto quelle relative al regolare svolgimento del servizio di ordine Pubblico.

 

Distinti Saluti.


Ascoli Piceno 18 ottobre 2012

 

La Segreteria Provinciale

Ancona, 12 ottobre 2012


OGGETTO: Dimezzamento itinerari delle pattuglie.

 

 


                AL SIGNOR DIRIGENTE LA SEZIONE POLSTRADA DI         ANCONA


^^^^
     Per migliorare l’efficienza dei servizi istituzionali volti al controllo della viabilità, evitando accavallamenti e carenze di controlli, si prega di valutare la possibilità di emettere una disposizione di servizio per dimezzare gli itinerari delle pattuglie, qualora siano presenti due equipaggi nei turni mattutini e pomeridiani nella SS76 (per i Distaccamenti di Jesi e Fabriano) e nella SS16 (per la Sezione di Ancona e il Distaccamento di Senigallia).

La disposizione servirebbe anche a diminuire la manutenzione dei veicoli e l’utilizzo di carburante.

In attesa di un cortese urgente riscontro, si porgono distinti saluti.

 



Il Segretario Provinciale
Filippo Moschella

 

POLIZIA STRADALE


REVISIONE TURNI: IL SAP BOCCIA IN TOTO IL PROGETTO

 

 

Oggi, nel corso della riunione convocata dall’amministrazione per la revisione dei turni di servizio, il SAP ha bocciato integralmente il progetto presentato dai Dirigenti di Compartimento e Sezione.

 

Come dichiarato, rimane oscuro il fine della nuova modifica, dato che se dovessero aumentare le pattuglie notturne la produttività si ridurrebbe ulteriormente.

 

Poi, non accettiamo che qualcuno parli di aumento delle pattuglie, dato che i pattuglianti sono sempre gli stessi. Con il nuovo progetto avviene semplicemente lo spostamento delle pattuglie dai turni diurni a quelli notturni dei week-end.

 

Inoltre, ci hanno chiesto di firmare una cambiale in bianco per i colleghi dei turni non continuativi della Sezione e dei Distaccamenti, i quali, secondo il progetto, potrebbero essere impiegati nei turni continuativi senza limiti, quindi potrebbero fare anche più notti dei pattuglianti!

 

Il Dirigente della Sezione ha specificato che la produttività deve essere intesa anche come qualità del servizio reso ai cittadini e su questo concetto siamo d’accordo, ma non è chiaro nemmeno chi debba sostituire le assenze dei colleghi del COC! Insomma, un progetto non delineato nelle sue linee essenziali, tranne che per l’aumento delle sere e delle notti!

 

Al SAP l’attuale assetto delle due sere e due notti per reparto, tranne Ancona che ne ha una sera e una notte, va benissimo. E se c’è stato il crollo della verbalizzazione di qualche settore, come accennato dalla dirigenza, vuol dire che va male il responsabile di un determinato settore, dato che il personale è sempre lo stesso, responsabile che deve essere redarguito dal Dirigente. Ma certamente sono improponibili progetti che tendono ad aumentare il carico di lavoro degli altri settori efficienti!

 

Se poi si vuole aumentare il numero dei verbali basta firmare la procedura d’urgenza per acquistare i rullini, dato che pochi giorni fa sarebbero finiti e gli autovelox sono inutilizzabili.

 

Insomma, con responsabilità ci siederemo al nuovo tavolo di confronto, giovedì 8 novembre, ma, lo abbiamo già detto, qualsiasi modifica dei turni, necessaria per avere più pattuglie in particolari servizi come le stragi del sabato sera, dovrà coinvolgere tutti quanti, tenendo in considerazione anche le sostituzioni dei colleghi del COC, le reperibilità e i turni interni nei fine settimana, che vedono svantaggiati i sottufficiali della Sezione.

 

Un concetto, infine, deve essere chiaro a tutti: il SAP farà di tutto per far lavorare serenamente tutti i colleghi della stradale, senza scendere a compromessi!

 

Il SAP, il sindacato differente!

 

Ancona, 09 ottobre 2012

 

Il Segretario Provinciale – Filippo Moschella

 

 

COMUNICATO STAMPA

 


La notizia dell’arresto dell’ex Comandante della Stazione Carabinieri di Collemarino, di un Sovrintendente della Squadra Mobile e di due pregiudicati pugliesi, indagati per associazione a delinquere finalizzata alla corruzione, all'istigazione alla corruzione e alla tentata concussione, mentre progettavano un colpo milionario al caveau della alla Banca d'Italia di Ancona, ha suscitato sgomento fra gli appartenenti alle Forze dell’Ordine.


Il Sindacato Autonomo di Polizia ripone totale fiducia nell’operato della Procura della Repubblica, in cui sono presenti magistrati noti per la loro preparazione, serietà e precisione, che certamente riuscirà a delineare esattamente tutti i contorni dei fatti.


Il nostro ordinamento giuridico prevede la presunzione d’innocenza fino alla condanna, ma in quel momento chi ha sbagliato, violando la legge, dovrà pagare assumendosi le proprie responsabilità davanti ai giudici e all'amministrazione.


Per il Segretario Provinciale Sap, Filippo Moschella, questa vicenda sconcertante rientra esclusivamente nella sfera personale del poliziotto arrestato, dato che la Squadra Mobile di Ancona, diretta dal Dott. Di Munno, è fra i reparti operativi specializzati e selezionati più sani, sicuri ed efficienti d'Italia, come dimostrano le numerose inchieste condotte negli ultimi decenni, a partire da quelle sulla mafia nazionale e internazionale, le associazioni per delinquere finalizzare allo spaccio di droga, ai reati contro il patrimonio, le  persone e l'immigrazione clandestina extracomunitaria.


Insomma, nessuno può permettersi di gettare ombre di dubbio addosso alle istituzioni, dato che i pregevoli risultati conseguiti in tutti i settori dimostrano inequivocabilmente e oggettivamente il valore e l'affidabilità degli uomini e delle donne della Polizia di Stato che, instancabilmente, operano giorno e notte con sacrificio e alto senso del dovere a protezione della comunità.


Ancona, 03 ottobre 2012

 


Il Segretario Provinciale

Filippo Moschella

 

 

Rassegna stampa

Nella giornata di San Michele Arcangelo, le locali Segreterie  S.A.P.  rivolgono un augurio a tutto il personale  della  Polizia  di  Stato.

San Michele: un Angelo contro il male


Ricorre il Santo Patrono della Polizia di Stato, San Michele Arcangelo. Festeggiamenti religiosi, come sempre, si svolgono in tutta Italia. La Segreteria Generale del Sap rivolge a tutto il personale un augurio speciale: quello che San Michele possa sempre tutelarci e proteggerci, nelle sfide quotidiane dove i colleghi rischiano la vita come nelle grandi battaglie per la difesa e la dignita' dei Professionisti della Sicurezza... E mai come in questo periodo abbiamo bisogno della protezione del nostro Patrono!


 

Ancona, 20 settembre 2012

 

 

Oggetto: Illegittimo impiego personale addetto ai turni di servizio non continuativi

                in un turno di servizio continuativo.

 

 

 

               AL SIG. DIRIGENTE LA SEZIONE POLSTRADA                                 A N C O N A

 

^^^^

         Dall’ordine di servizio di codesta Sezione per il 21 settembre 2012, affisso all’albo, si rileva che un dipendente addetto ai turni non continuativi sarà impiegato, in detta data, in un turno continuativo 19/01.

 

Considerato che nessun accordo fra amministrazione e OO.SS. contempla detto impiego, si prega di sanare l’illegittimità in parola prima dell’impiego del dipendente.

 

In attesa di un sollecito riscontro, si porgono distinti saluti.

 

 

Il Segretario Provinciale

Filippo Moschella

 

 

 

 

 

 

 

 

 

COMUNICATO STAMPA

 

 

 

Il SAP chiede l’intervento del Prefetto Paolo Orrei per potenziare la sicurezza aeroportuale.

 

 

Nella mattinata odierna i Segretari Provinciale e Regionale del Sindacato Autonomo di Polizia, Filippo Moschella e Bartolini Luca, hanno incontro fra il Prefetto Orrei, per chiedergli un autorevole intervento volto a migliorare la sicurezza dei viaggiatori in transito nell’Aeroporto “Raffaello Sanzio”.

 

I sindacalisti del maggiore Sindacato Autonomo italiano della Polizia di Stato hanno domandato una più razionale ridistribuzione delle Forze dell’Ordine operanti presso lo scalo aereo, con l’impiego delle guardie giurate presso il Varco Colonne per i controlli di sicurezza, unitamente alla Guardia di Finanza impegnata negli obbligatori controlli doganali.

 

Il nuovo dispositivo permetterebbe di recuperare ben sei poliziotti, che potrebbero rafforzare i controlli perimetrali dell’area sterile aeroportuale e per approfondire i controlli documentali e di sicurezza aeroportuale.

 

Il Prefetto ha concordato sull’esigenza di implementare la sicurezza aeroportuale, auspicando una rapida soluzione della questione, affidata agli organi tecnici interessati, già sollecitati.

 

Il Sap la scorsa settimana ha incontrato il Direttore dell’8^ Zona Polfrontiera di Bologna, Dott. Alessio Cesareo e ieri il Dirigente dell' Ufficio Polizia di Frontiera dorico, Dott. Giuseppe Nastari, per rappresentare l’urgenza di una soluzione definitiva per il Varco Colonne, anche per le positive ricadute sulla sicurezza dei viaggiatori, ottenendo l’accoglimento delle richieste.

 

Da poche ore si è appreso che, nell’ambito dell’odierno comitato di sicurezza aeroportuale, è stata decisa l’installazione di un cancello presso il Varco Colonne, per evitare l’impiego notturno della Polizia di Stato. Un primo passo verso la soluzione auspicata da Prefetto, Questore, Dirigenti Polizia di Frontiera e dal Sindacato Autonomo di Polizia.

 

Ancona, 11 settembre 2012

 

 

I Segretari Provinciale e Regionale

 

Filippo Moschella – Luca Bartolini

 

 

ARTICOLO STAMPA

ARTICOLO STAMPA

SAP - Sindacato Autonomo di Polizia

Segreteria Regionale Marche

Indirizzo: Via Gervasoni 19 c/o Questura - 60129 - Ancona

Tel. e  Fax 07155241

email: marche@sap-nazionale.org

Webmaster

© Sindacato Autonomo di Polizia - Segreteria Regionale Marche

Privacy Policy Cookie Policy

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Navigando questo sito, chiudendo questo banner o cliccando su un link, acconsenti all’utilizzo dei cookies.

Se vuoi saperne di più leggi la Cookie Policy. Accettando l’informativa d’uso in base al Regolamento UE 2016/679 del 27 aprile 2016, noto come GDPR (General Data Protection Regulation), questo banner non ti verrà più mostrato.