Comunicati

 

 

SCIENTIFICA


Straordinario programmato serale

Il Sap propone la soluzione, condivisa da tutti i Colleghi

 

 

Dopo la comunicazione ufficiale dell’Amministrazione, inerente il blocco dello straordinario programmato serale in caso di raggiungimento dell’aliquota prevista dalla norma, il Sap si è mosso per trovare soluzioni che non alterino gli attuali assetti, permettendo al personale di tutti i settori di esplicare i compiti istituzionali come in passato.

 

Lunedì scorso si è tenuta la riunione aperta a tutto il personale del settore dattiloscopia e laboratori, interessato al probabile blocco dello straordinario programmato serale, nel corso della quale, con i numerosi colleghi partecipanti, è stata proposta e accolta all’unanimità la soluzione al problema.

 

Adesso, infatti, chi svolge il turno 14/20 aderisce allo straordinario programmato 21/24.


Se lo straordinario programmato fosse espletato dalle 14 alle 17, oppure 14,30/17.30, si potrebbe introdurre il turno 18/24, solo per chi aderisce volontariamente a detto istituto.

 

L’innovazione permetterebbe di conservare gli attuali assetti senza alimentare diatribe fra colleghi di diverse specializzazioni, che creano malesseri e incomprensioni, come successo anche nel corso di una recente riunione formale, in cui un rappresentante sindacale ha chiesto conto circa l’impiego dei dattiloscopisti, in relazione ad una richiesta della Polmare.

 

La modifica è stata proposta oggi dai Segretari Provinciale e Regionale Sap al Dirigente dell’ufficio, il quale si è riservato di valutare la modifica e convocare la riunione per l’introduzione del nuovo orario di servizio atipico.

 

Il Sap, durante l’incontro, ha chiesto anche di introdurre un nuovo regime in merito all’ora eccedente l’orario di servizio del turno 0/7. Oltre all’opzione di diminuire di un’ora un altro turno di servizio, il dipendente potrà concordare con l’amministrazione sia l’accumulo delle ore, per fruire di una giornata di riposo compensativo, sia richiedere che l’ora venga retribuita come straordinario.

 

Il Sap, il sindacato differente!

 

 

Ancona, 21 febbraio 2013


 

La Segreteria Provinciale Sap

 

REPARTO MOBILE


Il Sap ottiene dal Questore di Pescara tutele per gli O.P. allo stadio

 

 

Avevamo chiesto, nelle scorse settimane, maggiori tutele per tutti i colleghi impiegati nei servizi di ordine pubblico allo stadio di Pescara, perché i contingenti erano impiegati negli spazi adibiti alle tifoserie.

 

La Segreteria Provinciale Sap di Pescara ci ha informati che ha tenuto uno specifico incontro con il Questore, il quale si è impegnato a valutare possibili migliorie per implementare la protezione del personale di Polizia.

 

Questo è l’ennesimo risultato tangibile del Sap e la risposta a coloro che, nei corridoi o, più grave, in riunioni formali, si lamentano dei problemi e criticano chi fa qualcosa a favore del benessere e della dignità dei colleghi, affermando che le Questure non si avvarranno più del Reparto Mobile di Senigallia.

 

Il Sap è impegnato giornalmente a migliorare le condizioni di lavoro di tutti i colleghi e non può perdere nemmeno un minuto per replicare a stupidaggini dette vilmente nei corridoi, ma non scritte in comunicati.

 

Siamo fermamente convinti che i fatti, come sempre, ci daranno ragione!

 

Il Sap, il sindacato differente.

 

 

Senigallia, 12 febbraio 2013

 

La Segreteria Provinciale Sap

 

 

 

 

 

 

 

COMMISSARIATO DI JESI


Il Sap chiede un’organizzazione del lavoro più efficiente.

Ok del Dirigente.

 

 

Il Sap ha lanciato un messaggio chiaro al Dirigente del Commissariato P.S. di Jesi, nel corso dell’incontro svoltosi il 9 febbraio: occorre un’organizzazione del lavoro che tenga conto dei compiti di ogni operatore, in relazione al settore cui appartiene.

 

I Segretari Provinciale e Regionale Sap, Filippo Moschella e Luca Bartolini, hanno rappresentato l’esempio dei dipendenti impiegati nell’ U.C.T., che si devono occupare dell’attività di prevenzione, senza essere imbrigliati in orari e luoghi per lunghi e frequenti posti di controllo, che inficiano la vigilanza dinamica e i piani di Controllo Coordinato del Territorio concordati con le altre Forze di Polizia.

 

Inoltre, se un Agente, per ipotesi, è assegnato alla Polizia Amministrativa o all’Anticrimine, deve eseguire il lavoro di competenza, non estenuanti posti di controllo in divisa. Altrimenti, chi svolge le pratiche?

 

Riguardo ai cambi di equipaggi delle Volanti, avvenuti in passato, è stato chiesto di formare le pattuglie tenendo in considerazione le affinità espresse dal personale, al fine di migliorare l’affiatamento e, di conseguenza, l’operatività.

 

Sempre in merito alle Volanti, è stato notato che l’organico dei turnisti ha raggiunto le venti unità, limite minimo per la “vivibilità” dei turni, quindi si è auspicato che, in caso di nuovi arrivi, siano accolte eventuali domande di trasferimento in altri settori.

 

Il Dirigente ha risposto che valuterà l’introduzione delle innovazioni ritenute idonee a migliorare l’organizzazione del lavoro.

 

Il Sap ora attende i fatti!

 

 

Ancona, 11 febbraio 2012

 

 

La Segreteria Provinciale Sap Ancona

 

 

P O L M A R E

 


Come richiesto dal Sap, chiariti i rapporti con la GDF.

Oggi ennesimo risultato operativo della Frontiera.

 

 

 

 

Finalmente sono stati puntualizzati i rapporti e, soprattutto, le competenze fra la GDF e la Polizia di Frontiera, come richiesto nei giorni scorsi dal Sap, anche allo scopo di evitare incomprensioni operative.


Questa è stata la risposta del Dirigente della Polizia di Frontiera comunicata ieri nel corso di un incontro con il Segretario Provinciale, Filippo Moschella, e Regionale, Luca Bartolini.

 

La riunione è servita anche per apprendere che, a breve, inizieranno i lavori di ristrutturazione degli uffici della Polmare, e che è stato concluso un accordo, con gli enti preposti, volto alla chiusura del Varco V1 quando non ci sono navi in arrivo o in partenza dal porto.


Bisogna attendere solo l'installazione dell'apposita segnaletica, per poter effettuare il bunkeraggio sfruttando il passaggio accanto al Varco V2, dopodiché sarà soppresso detto servizio, che sottrae risorse all'attività istituzionale.

 

Circa le divise operative per la Squadra addetta al contrasto dell'immigrazione clandestina, abbiamo appurato che presso il competente ufficio dipartimentale non è pervenuta alcuna richiesta. Quindi abbiamo chiesto al Dirigente di inviare un sollecito alla richiesta di fornitura rimasta inevasa.

 

Riguardo alle voci concernenti l'impiego del personale dei turni non continuativi in quelli continuativi, che attualmente servono solamente a creare lotte fra poveri, scollamenti e tensioni fra i colleghi vari settori, il Dott. Nastari ha precisato che attualmente lascerà l'attuale organizzazione, che rivaluterà solo in caso di gravi carenze di organico, considerato che quasi tutti i colleghi hanno fruito dei cambi turno richiesti.

 

Per il Varco carraio Colonne, presso l'Aeroporto di Falconara, in cui è stato soppresso il turno notturno, si stanno ricercando modifiche operative necessarie all'eliminazione del personale della Polizia in tutti i turni.

 

Mentre stiamo scrivendo questo comunicato ci è giunta notizia dell'ennesimo maxi-sequestro compiuto dalla Squadra addetta al contrasto dell'immigrazione clandestina. Sono stati bloccati 130 Kg di marijuana e arrestato il corriere straniero.


Bravi ragazzi!

 

Sap, il sindacato differente!

 

Ancona, 07 febbraio 2012

 

 

La Segreteria Provinciale Sap

 

 

POLSTRADA

Il Sap firma l’accordo per i nuovi turni atipici di tutti i

settori

 

Abbiamo detto chiaramente a tutti che avremmo firmato il miglior accordo possibile per i turni di servizio di tutti i colleghi della Polstrada, e così è stato.


L’intesa, necessaria per l’espletamento dei servizi volti al contrasto delle c.d. “Stragi del sabato sera” e gli altri impieghi richiesti dal Dipartimento, modifica lievemente la rotazione dei turni di servizio, distribuendo più equamente i carichi di lavoro.

 

Le novità salienti del documento firmato ieri sono le seguenti:

  • Per il COC è stato stabilito l’organico di 10 unità, che espleterà turni continuativi “in quinta” con la ripetizione delle mattine e dei pomeriggi, con la presenza di due operatori nei turni diurni, così come richiesto dal personale. I colleghi saranno gestiti dall’Ufficio servizi del Compartimento. Sono state tolte alcune incombenze connesse alla ricezione della messaggistica.

 

  • Per i pattuglianti rimane tutto come prima, tranne l’espletamento di una pattuglia in più al mese, con turno 19/24, per ogni Distaccamento e la Sezione. Il turno non potrà essere svolto nei giorni festivi.

A fronte di questo piccolo sacrificio, siamo riusciti a reintrodurre tutti i limiti del vecchio ANQ, compreso il divieto di fare la notte o la mattina dopo il riposo settimanale, modificabile solo a richiesta dei dipendenti interessati.

 

  • I servizi di contrasto delle Stragi del sabato sera saranno espletati con un turno 01/07 ogni due mesi per reparto, con tre pattuglie composte dai turnisti di Sezione e Distaccamenti e dal personale addetto ai turni non continuativi degli UU.OO.DD.


Il personale degli uffici della Sezione, invece, farà una pattuglia compartimentale settimanale, che sarà tolta all’ufficio interessato al servizio di contrasto, con il limite procapite di 4 servizi all’anno.

 

  • Per il personale addetto ai turni non continuativi della Sezione e del Compartimento sono stati riconfermati i due orari di servizio 8/14-14/20 e 7/14,12-13/20,12, a scelta degli interessati.

 

L’accordo è temporaneo, quindi invitiamo tutti i colleghi a segnalarci eventuali problematiche o migliorie.

 

Il Sap, il sindacato differente!

 

Ancona, 05 febbraio 2013

 

 

La Segreteria Provinciale SAP

 

bozza

 

REPARTO MOBILE


Il SAP chiede l’aumento dello straordinario programmato, nei periodi di scarso impiego esterno e la stabilizzazione degli aggregati

 

 

Durante il confronto semestrale, tenutosi ieri, il SAP ha chiesto all’amministrazione di valutare la possibilità di aumentare l’aliquota dello straordinario programmato, con la programmazione trimestrale dei progetti, specialmente nei periodi di scarso impiego esterno.

 

La proposta, nonostante il silenzio di qualche organizzazione, è piaciuta a gran parte delle OO.SS., tanto che l’hanno manifestato formalmente e fatto verbalizzare.

 

Al termine dell’incontro, il Segretario provinciale, Filippo Moschella, ha incontrato il Sig. Dirigente, al quale ha chiesto, nonostante l’indifferenza di tutti, che gli ultimi aggregati siano trasferiti definitivamente, portando a termine il programma di stabilizzazione iniziato, sempre dietro richiesta del Sap, diversi mesi fa.

 

Per il segretario, i due risultati serviranno a rasserenare gli animi, incidendo positivamente sull’attività istituzionale.

 

Il Sap, come sempre, continuerà a portare avanti le istanze dei colleghi del Reparto Mobile (ancora attendiamo le risposte da Pescara per l’O.P. e Perugia per l’idoneità degli alloggi), i quali, da oggi, sono maggiormente tutelati, perché la Segreteria Provinciale ha stipulato una polizza assicurativa che tutela tutti gli autisti iscritti al sindacato in caso di incidenti causati con colpa grave, per danni fino a 3.615,00 euro.

 

Il Sap, il sindacato differente.

 

 

Ancona, 30 gennaio 2013

 

La Segreteria Provinciale Sap

 

 

 

POLMARE

OCCORRE CHIAREZZA NEI RAPPORTI CON GLI ALTRI SOGGETTI DEL PORTO

 

 

Il Sap protesta per le incomprensioni sorte negli ultimi tempi fra i poliziotti della frontiera e gli altri soggetti istituzionali operanti in porto, che hanno creato uno stato di malcontento diffuso, negativo per la serenità e l’efficienza operativa.

 

Per il Sap, che ha presentato la rimostranza nel tardo pomeriggio odierno, direttamente al Sig. Dirigente dell’Ufficio Polizia di Frontiera, occorre chiarezza nei rapporti, innanzitutto con le altre Forze di Polizia, per una netta separazione delle competenze.

 

Fino a ora i colleghi della Polmare hanno collaborato a stretto contatto con tutti e parecchi problemi sono stati già risolti. Adesso non si comprendono alcune procedure operative, come ad esempio l’attività della Guardia di Finanza sotto le navi provenienti dai paesi extra-Shengen prima dei controlli di frontiera della Polizia di Stato.

 

E’ chiaro che, a lungo andare, potrebbero crearsi sovrapposizioni e duplicazioni, sicuramente negative per le verifiche di frontiera.

 

Nel corso del colloquio è stata reiterata la richiesta di chiusura del Varco V1, quando non sono presenti navi nell’area extra-Shengen, allo scopo di utilizzare i poliziotti per le altre incombenze istituzionali.

 

Le resistenze, motivate con la preparazione del bunkeraggio, non hanno ragione di esistere, poiché detta attività è ampiamente programmabile e routinaria, quindi è possibile trovare un nuovo assetto, utile a evitare la dispersione del personale.

 

Il Dott. Nastari ha accolto le segnalazioni del Sap, precisando che, nonostante la procedura di riammissione odierna sia di esclusiva competenza della Polizia di Frontiera (compiuta senza i reperibili per la presenza di volontari nel turno notturno), sin da domani si attiverà per risolvere le due problematiche con le autorità competenti.

 

Ancona, 29 gennaio 2013


 

La Segreteria Provinciale SAP

 

 

Ancona, 21 gennaio 2012

 

 

Oggetto: Servizi di O.P. presso lo Stadio di Pescara.

 

 

                 ALLA SEGRETERIA PROVINCIALE SAP                                              PESCARA

 e, p.c.

                  AL SIGNOR DIRIGENTE IL XIV REPARTO MOBILE                           SENIGALLIA

 

 

^^^^^^

           In più occasioni, come accaduto anche ieri, i contingenti del Reparto Mobile di Senigallia, impegati allo Stadio di Pescara, vengono posti presso la cancellata sita all'ingresso dei bagni del settore distinti locali, fra il primo e il secondo tempo, allo scopo di impedire il contatto fisico con la tifoseria della curva ospiti.

 

Si ritiene che detto impiego sia altamente rischioso, sia perchè il contingente lavora isolato, all'interno dei dististinti locali e/o della curva ospiti, sia perchè gli operatori non hanno agevoli via di fuga qualora vengano spinti addosso alla cancellata.

 

Per quanto esposto, si ritiene che gran parte della problematica possa essere risolta installando una protezione visiva sull'inferriata, per impedire che le tifoserie si osservino a vicenda.

 

Inoltre, il controllo del sito dovrebbe essere demandato agli stewards, considerato che le disposizioni ministeriali limitano l'ingresso delle Forze dell'Ordine negli spazi riservati ai tifosi ai soli casi di effettiva necessità e urgenza.

 

In attesa di un sollecito riscontro, si porgono distinti saluti.

 

 

 

Il Segretario Provinciale

Filippo Moschella

 

 

POLMARE


MAXI SEQUESTRO DI MARIJUANA


BRAVI RAGAZZI!

 

 

 

Abbiamo appreso, con vivo piacere, dell'operazione portata a termine dai colloghi della Polmare, conclusasi con il maxi sequesto di 280 panetti di marijuana, per un totale di 302 chilogrammi, occultati a bordo di un autocarro proveniente dalla Grecia e trasportante cassette di plastica vuote. Se venduto, lo stupefacente avrebbe fruttato circa 3 milioni di euro.


Sono stati arrestati anche due cittadini albanesi per traffico internazionale di sostante stupefacenti.


Non ci resta che dire: bravi ragazzi!!!

 

Ancona, 16 gennaio 2012

 

 

La Segreteria Provinciale Sap

 

 

Ancona, 15 gennaio 2013

 


Oggetto:  Vestiario per personale impiegato nella Squadra addetta al contrasto
                 dell'immigrazione clandestina.

 

 

               AL SIGNOR DIRIGENTE L'8^ ZONA POLIZIA DI FRONTIERA               BOLOGNA

 

               AL SIGNOR DIRIGENTE L'UFFICIO POLIZIA DI FRONTIERA                  ANCONA

 


^^^^^^
            Per la peculiarità dell'attività svolta dal personale della Frontiera Marittima di Ancona impiegato nella Squadra addetta al contrasto dell'immigrazione clandestina, si prega di valutare la possibilità di richiedere l'assegnazione di divise bicolori per servizi di O.P., stivaletti e giubbini.

 

In attesa di un sollecito riscontro, si porgono distinti saluti.

 


Il Segretario Provinciale
Filippo Moschella

 

VOLANTI

Il SAP chiede al Questore sensibilità e tutele per i turnisti

 

Sono decenni, ormai, che il Sap si è assunto l’onere di tutelare i colleghi delle Volanti della Questura e Commissariati, categoria disagiata e ignorata in seno alla Polizia di Stato.

 

Tante sono state le battaglie, in mezzo all’indifferenza generale, che il SAP ha portato avanti, da solo, per la dignità dei turnisti. Oggi pochi ricordano quando le Volanti andavano a ritirare i giornali alle otto di mattina (con relativi rimproveri in caso di ritardo per interventi), i plichi in Prefettura e gli scarcerati alla Casa circondariale.

 

Le lotte solitarie del Sap sono continuate nel corso degli anni, fino ai giorni nostri, per contrastare l’idea che la Volante fa tutto, come accaduto per i recenti impieghi in O.P., con ordinanza questorile, oppure l’utilizzo in occasione della visita dell’On. Fini.

 

Oltre il rispetto, il Sap continua a recriminare migliori condizioni di lavoro e prospettive per tutti i turnisti delle Volanti. Ecco perché ha chiesto un incontro con il Questore, svoltosi ieri.

 

Il confronto è servito per capire che la dirigenza ha lo stesso obiettivo del Sap, cioè raggiungere un numero congruo di personale per ogni turno, in modo da permettere una maggiore vivibilità. Per questo motivo, secondo il Questore, tutti i colleghi trasferiti ad Ancona saranno assegnati alle Volanti.

L’arrivo dei giovani servirà anche a permettere l’uscita dei turnisti più anziani, sia verso altri settori, sia verso i Commissariati.

 

Il Questore, inoltre, ha precisato di voler preservare, per quanto possibile, il monte ore dello straordinario dell’Ufficio P.G.S.P., evitando i tagli effettuati nei mesi scorsi e il blocco dello straordinario programmato.

 

A breve valuteremo se le bellissime parole del Questore a favore delle Volanti si tramuteranno in fatti concreti.

 

Il Sap, il sindacato differente!

 

Ancona, 15 gennaio 2013

 

La Segreteria Provinciale Sap

 

 

POLSTRADA

TURNI SERVIZIO IN DEROGA. IL SAP PRESENTA LA PROPOSTA,

A TUTELA DI TUTTI I COLLEGHI.

L'AMMINISTRAZIONE LA PRENDE IN CONSIDERAZIONE

 

 

Nel corso dell'incontro odierno, per i turni di servizio, il Sap ha presentato un'articolata proposta riguardante i turni del COC, di tutti i pattuglianti e degli uffici.

 

Se l'accordo offerto dal Sap sarà accolto, al COC si espleteranno dei turni in quinta “allungati”, con la presenza di due operatori nei turni diurni, mentre per le Stragi del sabato sera, a tutela degli operatori, saranno impiegate due pattuglie dei Distaccamenti più una della Sezione.

 

A fronte del nuovo impegno dei colleghi, il Sap ha chiesto l'introduzione dei benefici previsti dall'art. 7 del vecchio ANQ, che tutela i turnisti al rientro dal riposo settimanale, dal congedo ordinario, oppure fra due turnazioni, mentre, per il personale degli uffici, è stato proposto, per la prima volta, il limite massimo di turni notturni, pari a quattro per ogni anno.

 

Infine, per il personale dei turni non continuativi della Sezione, è stato ribadito il doppio orario 8/14-14/20, oppure 7/14.12-13.00/20.12.

 

L'amministrazione ha rinviato l'incontro a data da destinarsi, per valutare la proposta.

 

In allegato il dettaglio della proposta.

 

Il Sap, il sindacato differente.

 

Ancona, 14 gennaio 2013

 

LA SEGRETERIA PROVINCIALE SAP

SAP - Sindacato Autonomo di Polizia

Segreteria Regionale Marche

Indirizzo: Via Gervasoni 19 c/o Questura - 60129 - Ancona

Tel. e  Fax 07155241

email: marche@sap-nazionale.org

Webmaster

© Sindacato Autonomo di Polizia - Segreteria Regionale Marche

Privacy Policy Cookie Policy

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Navigando questo sito, chiudendo questo banner o cliccando su un link, acconsenti all’utilizzo dei cookies.

Se vuoi saperne di più leggi la Cookie Policy. Accettando l’informativa d’uso in base al Regolamento UE 2016/679 del 27 aprile 2016, noto come GDPR (General Data Protection Regulation), questo banner non ti verrà più mostrato.