Press

 

COMUNICATO STAMPA

 

 

A seguito della diffusione interna, negli Uffici di Polizia, del comunicato stampa odierno, relativo allo stato di disagio sofferto dal personale del Compartimento Polizia Stradale Marche, sono stato contattato dal Dirigente, Dott. Razzano, il quale mi ha comunicato di essere disponibile ad un incontro per la verifica delle condizioni del personale.

 

Allo scopo di comunicare all’opinione pubblica una notizia più completa, contenente anche l’esito del confronto sindacato-amministrazione, si prega di valutare l’opportunità di procrastinare la divulgazione del citato comunicato stampa.

 

Cordiali saluti.

 

Ancona, 25 novembre 2009

 

 

 

Il Segretario Provinciale SAP

Filippo Moschella

 

COMUNICATO STAMPA

 

IL COMPARTIMENTO POLSTRADA MARCHE ALLO SBANDO?

COMPROMESSA LA PREVENZIONE STRADALE PER GLI AUTOMOBILISTI

 

Il Sindacato Autonomo di Polizia, che rappresenta quasi il 90% dei colleghi del settore, è critico nei confronti delle scelte operate negli ultimi mesi dal Compartimento Polstrada Marche, che si riflettono negativamente sui servizi resi alla cittadinanza.

Mentre il Dirigente, benché insediatosi da tempo, deve ancora visitare, come consuetudine, tutti i Reparti della Polizia Stradale, per valutare personalmente carenze e necessità locali, l’Ufficio adotta comportamenti che contrastano con l’efficacia e all’efficienza dell’azione di prevenzione dei reati e delle infrazioni.

Un esempio emblematico riguarda il Distaccamento Autostradale di Porto San Giorgio: benché sia privo di responsabile da mesi, non è stato ancora nominato il successore, nonostante le sollecitazioni del SAP.

 

Per la Provincia di Ancona, le decisioni prese dal Compatimento denotano uno scadimento dell’azione della Polizia Stradale: a fronte delle gravi carenze d’organico ed il mancato incremento del personale, nei giorni scorsi quattro dipendenti sono stati aggregati d’autorità, in attesa di trasferimento, a Reparti situati fuori regione. Il provvedimento farà automaticamente diminuire il servizio reso agli automobilisti, perché verranno a mancare altre due pattuglie al giorno.

 

Secondo il Segretario Provinciale del SAP, Filippo Moschella, al personale del Compartimento Polstrada oggi manca ogni certezza e lo stato di disagio è diffuso. Basti pensare che sono stati notificati trasferimenti interni, poi sospesi, sono stati rivalutati i benefici concessi dalla legge 104 per coloro che assistono i familiari handicappati, sono state paventate riorganizzazioni di uffici e spostamenti di personale, sono stati imposti Piani compartimentali iniqui, penalizzando alcuni Distaccamenti polstrada, come quello di Senigallia.

Insomma, valutando le decisioni dell’amministrazione e le notizie che circolano insistentemente, viene da pensare che il Compartimento Polstrada potrebbe essere allo sbando, per la mancanza di una chiara linea di governo che possa massimizzare i servizi resi alla cittadinanza.

 

Per questi motivi il SAP, a tutela di tutto il personale, ha chiesto un incontro urgente con il Dirigente del Compartimento Polstrada, Dott. Razzano.

 

Ancona, 25 novembre 2009               Il Segretario Provinciale - Dott. Filippo Moschella

 

Oggetto: Istanze estensione trattamento economico accessorio per

servizi di polizia giudiziaria.

- Sollecito.

 

 

AL SIGNOR QUESTORE                                                       SEDE

 

e, p.c.        ALLA SEGRETERIA GENERALE SAP                                      ROMA

(c.a. Segretario Generale Dott. Nicola Tanzi)

 

 

^^^

Nel gennaio del 2008, quasi tutti gli operatori addetti ai Servizi di Polizia Giudiziaria hanno presentato le istanze volte all’estensione dell’emolumento TEA per i servizi di P.G., che sono state trasmesse al competente Servizio T.E.P. e Spese Varie del Dipartimento della Pubblica Sicurezza, con la nota di pari oggetto Cat.101.1, del 24 gennaio 2008.

 

Considerato che fino ad oggi non è pervenuta alcuna notizia ai richiedenti circa il procedimento amministrativo, compreso il nominativo del Responsabile del procedimento medesimo, si richiedono informazioni in merito allo stato della pratica.

 

Cordiali saluti.

 

Il Segretario Provinciale SAP

Filippo Moschella

 

IL SIULP E’ STATO SMASCHERATO


Polfer: la reperibilità illegittima sarà modificata.


Sono anni che chiediamo copia della contrattazione decentrata della Polfer di Ancona e dei Posti Polfer di Falconara e Fabriano, dato che nel 1999 non partecipammo alle trattative perché non firmatari del vile contratto da 18.000 Lire di aumento, senza fondi per lo sganciamento.

 

Nelle ultime riunioni, per giunta, l’Amministrazione ha dichiarato che la reperibilità viene concessa in base alle “funzioni”, cioè se hai la fortuna di far parte di un determinato ufficio, che so, ad esempio la Segreteria del Dirigente, hai diritto a percepirla, altrimenti non ti azzardare a richiederla…

 

Nel corso dell’ultima riunione l’amministrazione tira fuori un verbale del 2000, firmato dal SIULP, COISP, SIAP, ITALIA SICURA e FSP, in cui si stabilisce, in merito alla reperibilità: “la fruizione di nr.4 turni per cinque giornate dei sette previsti, per le esigenze compartimentali abbinate alle manifestazioni sportive e da applicare, ove possibile, con il criterio della rotazione.

La stessa amministrazione, nel corso della riunione, non potendo più nascondere l’illegittima distribuzione (leggasi euro…), ha convocato una riunione per la nuova contrattazione. Durante la redazione del verbale, il Segretario, cioè il Segretario Regionale Generale del SIULP, in merito alle nuove trattative sulla reperibilità, facendo trasparire un certo fastidio, ha commentato: adesso bisogna vedere cosa portate a casa!

 

Noi del SAP non possiamo prevedere cosa accadrà, sicuramente siamo in grado di dire a tutti i colleghi della Polfer che ci batteremo per avere una distribuzione (leggasi euro…) più equa della reperibilità, e che qualsiasi decisione sindacale sarà adottata dopo aver convocato un’apposita riunione con tutto il personale interessato.

 

Questi sono fatti (… e soldi), non distribuzioni funzionali !!!

 

Ancona, 30 giugno 2009       Il Segretario Provinciale Filippo Moschella

 

IL SIULP E LA LEGGE PINTO

Le verità taciute ed i soldi mancanti.

 

Da qualche settimana, come se non bastasse l’amministrazione sorda alle istanze ed ai diritti dei dipendenti, ci tocca leggere i comunicati SIULP relativi al pagamento della Legge Pinto a favore dei colleghi che, oltre 10 anni fa, presentarono ricorso per il riconoscimento delle ore di straordinario obbligatorio ai fini del calcolo della 13^ mensilità e della pensione. Tali ricorsi, in generale, non sono stati accolti dai TAR o dal Consiglio di Stato.

 

Dopo le pressanti richieste dei colleghi sbigottiti, ci permettiamo di puntualizzare alcune verità taciute dai confederali:

 

-          i ricorsi vengono sentenziati dalla magistratura e vinti dagli avvocati. Il sindacato si occupa solo di organizzare i ricorsi collettivi per far risparmiare soldi ai colleghi.

 

-          Nel 2007 criticammo il SIULP per 3 motivi, ancora attuali:


1)     chi ha partecipato al ricorso SIULP è stato obbligato ad iscriversi al sindacato, cioè è stato chiesto al collega di aderire ad una linea politico-sindacale confederale per ottenere un beneficio economico.

 

2)     I partecipanti sono stati obbligati a dare il 30% del guadagno, cioè oltre 1.600 euro, su oltre 5.000 Euro da percepire (Il SILP per la CGIL ha chiesto il 14% a fronte del riconoscimento di 6.500 E.); Fate una semplice moltiplicazione per capire quante centinaia di migliaia di euro sono state tolte ai ricorrenti SIULP.

 

3)     durante le ricerche abbiamo scoperto che, dopo la morte dell’avvocato SPINA Nazzarena, che seguiva il ricorso SIULP, non erano stati riassunti da altro avvocato i ricorsi di oltre 100 colleghi, come dichiarato dall’Avvocato Discepolo.

 

 

Il SAP, per i propri ricorrenti, dato che la sentenza è stata emessa da pochi mesi, ha presentato il ricorso per il riconoscimento della Legge Pinto nelle scorse settimane, al costo di 10 euro per gli iscritti e 70 euro per i non iscritti, senza chiedere migliaia di euro o tessere sindacali.

Per i ricorrenti ex SIULP passati al SAP, che sono davvero tanti, nel 2007 abbiamo già presentato ricorso, al costo del 20% delle somme che si percepiranno.

 

Per il SAP la tutela dei colleghi passa anche attraverso la tutela dei loro soldi !

 

Ancona, 24 giugno 2009                                      La Segreteria Provinciale SAP

 

COMMISSARIATO P.S. SENIGALLIA

Accolte le richieste del SAP su congedi ordinari ed aggregati


Nei giorni scorsi una delegazione del SAP (Moschella – Cerioni) si è incontrata con il Dirigente del Commissariato di Senigallia, per rappresentare alcune problematiche esposte dai colleghi nel corso delle assemblee sindacali.

 

In particolare, è stato chiesto di concedere il congedo ordinario senza considerare vincolante l’esiguo numero di colleghi turnisti, come accaduto lo scorso anno, in cui si era verificata una compressione dei permessi durante tutta l’estate per aderire alle richieste del Questore.

 

Inoltre, il SAP ha chiesto la stabilizzazione dei diversi aggregati.

 

Dopo aver ricevuto rassicurazioni dal Dirigente, abbiamo appreso che quasi tutte le domande di congedo ordinario sono state accolte e che, da qualche giorno, tutti gli aggregati sono stati trasferiti.

 

Per il SAP è una grande vittoria per la serenità e la dignità di tutti i colleghi, i quali hanno diritto di riposarsi fra i vari “turni in quinta” ed di essere assegnati negli uffici in cui prestano servizio.

 

Questi sono fatti tangibili, non parole !

 

 

 

Ancona, 24 giugno 2009                    La Segreteria Provinciale SAP

 

Oggetto: A.N.Q. – Straordinario.

AL SIGNOR DIRIGENTE LA SEZIONE POLSTRADA         ANCONA

 

 

 

^^^

E’ stato segnalato che, presso il Distaccamento Polstrada di Fabriano, l’istituto dello straordinario non sarebbe applicato secondo i criteri previsti dalla normativa vigente.

 

Al fine di evitare eventuali contenziosi in sede di verifica semestrale, si prega di intraprendere le iniziative ritenute opportune.

 

Cordiali saluti.

 

 

 

La Segreteria Provinciale SAP

 

Oggetto: Giorno libero fruito da personale addetto ai servizi non

continuativi.

AL SIGNOR DIRIGENTE LA SEZIONE POLSTRADA         SEDE

 

 

 

^^^

Il personale addetto ai servizi interni del Distaccamento Polstrada di Jesi, espleta turnazioni che non comprendono i 13 minuti previsti dalla normativa vigente.

 

Tali turnazioni sarebbero considerate nel computo volto al conseguimento del Giorno libero.

 

Atteso che l’Accordo Nazionale Quadro prevede che l’istituto del Giorno libero possa essere fruito solo da chi effettua turnazioni continuative, con l’aggiunta dei 13 minuti, si prega codesta Amministrazione di espletare una verifica, sanando eventuali discrasie, a favore del personale.

 

In attesa di un cortese riscontro, si porgono distinti saluti.

 

 

La Segreteria Provinciale SAP

 

Oggetto: Fruizione congedi ordinari – Estate 2009.

 

 

 

AL SIGNOR QUESTORE                                                  SEDE

 

 

^^^

Il Dipartimento della P.S., in occasione delle imminenti consultazioni elettorali  amministrative ed europee e del G8, ha disposto il blocco dei congedi ordinari dal:

-         dal 1° giugno 2009, fino a cessate esigenze,

-         dal 16 al 25 giugno 2009, per ballottaggi e referendum,

-         dal 1° al 12 luglio 2009, per il G8 che si terrà a L’Aquila.

 

Tenuto conto dei limiti esposti, si prega di intervenire urgentemente per l’emanazione di direttive scritte volte permettere la fruizione del congedo ordinario alla maggior aliquota di personale - delle Volanti, della Questura e dei Commissariati Distaccati - prevista dalla normativa vigente, anche mediante temporanea sospensione di servizi non essenziali.

Cordialità.

 

 

IL SEGRETARIO PROVINCIALE

Filippo Moschella

 

Oggetto: Servizio mensa – Inadempimenti.

 

 

AL SIGNOR QUESTORE                                                 S E D E

 

 

^^^

Si è appreso che nelle ultime settimane sarebbe diminuita sia la qualità che la quantità del cibo fornito dalla locale mensa.

 

In particolare, le pietanze fornite non corrisponderebbero, in molteplici occasioni, a quelle indicate nei menù settimanali esposti.

 

Il cibo cucinato, spesso sarebbe scotto o poco cotto, benché fornito in orari di massima affluenza.

 

Ieri, in occasione del primo ordinario, la frutta sarebbe stata fornita nonostante fosse di qualità scadente: le pere con la polpa nera e le mele con evidenti segni di maturazione.

 

Per quanto esposto, si prega di far intervenire immediatamente gli organi preposti, convocando con immediatezza la Commissione paritetica mensa e spacci.

 

Per quanto concerne la verifica sulla qualità, si richiede se siano stati effettuati i controlli giornalieri del servizio mensa, come prescritto dai contratti in materia.

 

Infine, si richiede di conoscere a chi competa la pulizia dei bagni e della zona antistante l’ingresso della mensa, costantemente sporchi da diversi mesi.

 

Cordialità.

 

 

Il Rappresentante SAP

presso Commissione Paritetica

BASTIANELLI Ermete

Pagina 1 di 3

SAP - Sindacato Autonomo di Polizia

Segreteria Regionale Marche

Indirizzo: Via Gervasoni 19 c/o Questura - 60129 - Ancona

Tel. e  Fax 07155241

email: marche@sap-nazionale.org

Webmaster

© Sindacato Autonomo di Polizia - Segreteria Regionale Marche