Squadra Mobile

 

 

SQUADRA MOBILE

 
IMPIEGO NOTTURNO DEL PERSONALE

 

Il Sap è intervenuto immediatamente, in data odierna, dopo che si era diffusa la notizia della programmazione di turni notturni per il personale della Squadra Mobile.

 
Il Sap ha ribadito all'Amministrazione che i turni notturni devono essere introdotti con ordinanza di O.P. del Questore oppure introdotti previo contrattazione con i Sindacati.

 
Posto che gran parte del personale intende espletare detti servizi, è stato chiesto anche di non impiegare nei turni notturni il personale reperibile.

 
Restiamo in attesa delle determinazioni dell'Amministrazione.
 

 

Il Sap è sempre attivo anche ad agosto.

 

Ancona, 05 agosto 2015

 

 

 

La Segreteria Provinciale

 

L’UOVO DI COLOMBO


Per impiegare illegittimamente la Sezione Criminalità Organizzata in O.P. s’inventano l’aggregazione giornaliera !


Oggi, per la prima volta, diversi colleghi della Sezione Criminalità Organizzata della Squadra Mobile stanno espletando un servizio di O.P. fuori sede.


Ieri, noi del Sap, appresa informalmente la notizia dell’imminente impiego, abbiamo avvisato il Vicario e referente per le relazioni sindacali, che, caduto dalle nuvole, ci ha chiesto di contattare chi di dovere.


Il Dirigente della Squadra Mobile, di fronte all’evidenza dei fatti e alla chiarezza della circolare ministeriale del 7 giugno 2006 firmata dal Capo della Polizia De Gennaro, la quale dispone che “… il Dirigente della Sezione Criminalità Organizzata ed il relativo personale non dovranno essere distolti dai loro compiti istituzionali, per essere impiegati in altri servizi”, che cosa fa? S’inventa l’uovo di Colombo: aggregazione giornaliera del personale della Sezione C.O. alla Squadra Mobile e, quindi, contestuale impiego in O.P.!


Un divieto chiaro e perentorio del Capo della Polizia è stato aggirato con “disposizioni creative” formalmente corrette ma sostanzialmente irrispettose, emesse dai vertici della Questura, cioè da quei Funzionari della Repubblica Italiana che sono i custodi delle Leggi dello Stato.


Insomma, in un solo giorno è stata svilita la professionalità dei colleghi della Sezione Criminalità Organizzata, è stato sfiduciato il personale delle altre Sezioni della Squadra Mobile, che svolge continuamente O.P., e sono state stravolte le disposizioni del Capo della Polizia!


Abbiamo chiesto un incontro urgente con il Questore, per sapere se avalla simili comportamenti poco ortodossi, perché stiamo valutando di tutelare i colleghi mediante un ricorso alla magistratura competente, perché siamo stanchi di sentire continue giustificazioni su questioni che ormai sono chiare da anni e anni.


Ancona, 15 novembre 2013

 


IL SEGRETARIO PROVINCIALE

Filippo Moschella

 

 

SQUADRA MOBILE

- RIUNIONE SINDACALE -

 

 

 

LUNEDI’ 16 SETTEMBRE 2013

DALLE ORE 12,00 ALLE ORE 14,00

SALA RIUNIONI (ACCANTO LA DIGOS)

 

 

ORDINE DEL GIORNO:

 

 

RAPPORTI CON L’AMMINISTRAZIONE

ABOLIZIONE ARMONIZZAZIONE PENSIONI

BENEFICI IMU PER POSSESSORI CASA

I RICORSI AL TAR E GLI OBIETTIVI DEL SAP

 

 

 

TUTTO IL PERSONALE E’ INVITATO A PARTECIPARE, CONSIDERATA L’IMPORTANZA DEGLI ARGOMENTI TRATTATI.

 

 

 

La Segreteria Provinciale Sap

 

 

COMUNICATO STAMPA

 


La notizia dell’arresto dell’ex Comandante della Stazione Carabinieri di Collemarino, di un Sovrintendente della Squadra Mobile e di due pregiudicati pugliesi, indagati per associazione a delinquere finalizzata alla corruzione, all'istigazione alla corruzione e alla tentata concussione, mentre progettavano un colpo milionario al caveau della alla Banca d'Italia di Ancona, ha suscitato sgomento fra gli appartenenti alle Forze dell’Ordine.


Il Sindacato Autonomo di Polizia ripone totale fiducia nell’operato della Procura della Repubblica, in cui sono presenti magistrati noti per la loro preparazione, serietà e precisione, che certamente riuscirà a delineare esattamente tutti i contorni dei fatti.


Il nostro ordinamento giuridico prevede la presunzione d’innocenza fino alla condanna, ma in quel momento chi ha sbagliato, violando la legge, dovrà pagare assumendosi le proprie responsabilità davanti ai giudici e all'amministrazione.


Per il Segretario Provinciale Sap, Filippo Moschella, questa vicenda sconcertante rientra esclusivamente nella sfera personale del poliziotto arrestato, dato che la Squadra Mobile di Ancona, diretta dal Dott. Di Munno, è fra i reparti operativi specializzati e selezionati più sani, sicuri ed efficienti d'Italia, come dimostrano le numerose inchieste condotte negli ultimi decenni, a partire da quelle sulla mafia nazionale e internazionale, le associazioni per delinquere finalizzare allo spaccio di droga, ai reati contro il patrimonio, le  persone e l'immigrazione clandestina extracomunitaria.


Insomma, nessuno può permettersi di gettare ombre di dubbio addosso alle istituzioni, dato che i pregevoli risultati conseguiti in tutti i settori dimostrano inequivocabilmente e oggettivamente il valore e l'affidabilità degli uomini e delle donne della Polizia di Stato che, instancabilmente, operano giorno e notte con sacrificio e alto senso del dovere a protezione della comunità.


Ancona, 03 ottobre 2012

 


Il Segretario Provinciale

Filippo Moschella

 

 

Rassegna stampa

 

 

REPERIBILITA’:

RIUNIONE CON SQUADRA MOBILE

E

DIGOS

Occorre inviare un segnale chiaro sul depotenziamento dei reparti investigativi, ma anche dell’Anticrimine, Servizi d’Istituto e delle Volanti di Questura e Commissariati

 

La riunione sulla modifica dei criteri di ripartizione della reperibilità di Squadra Mobile e DIGOS, bloccata nei giorni scorsi dal SAP, è stata utile anche per fare il punto della situazione in merito alle scelte dell’amministrazione sugli organici.

 

Il consistente personale presente all'incontro, iscritto anche a altre associazioni, ha convenuto su un’equa ripartizione delle reperibilità fra Squadra Mobile e DIGOS, per mantenere l’operatività dei due uffici.

 

Poi si è discusso, oltre alle problematiche generali del comparto sicurezza, anche del depotenziamento dei settori investigativi, Squadra Mobile e Digos, che si innestano nella lenta diminuzione degli organici dell’Anticrimine, Servizi d’Istituto e delle Volanti di Ancona e Commissariati.

 

In merito ai primi, nonostante la recente assegnazione di due colleghi alla Mobile e uno alla Digos, c’è stata, nel corso degli anni, una lenta emorragia di personale pensionato o trasferito ad altre sedi e settori, senza che sia stata operata la sostituzione, con conseguente scadimento dell’attività istituzionale.

 

I Questori e i Dirigenti si susseguono nel tempo, applicando ricette provvisorie sull’organico, ma il risultato globale di tutte queste politiche precarie di riduzione è sotto gli occhi di tutti. Ad esempio, il personale addetto alla sezione investigativa deputata al contrasto dei reati predatori è quasi dimezzato. E metà personale = metà indagini!

 

Stessa sorte hanno subito i Servizi d’Istituto o l’Anticrimine, dove è assente un Ispettore che si occupi esclusivamente di reati sui minori, oppure, ancora, le Volanti, che in Questura sono passate da 12 a 9 unità effettive per turno; mentre i Commissariati sono abbandonati al loro destino, perché, se va bene, si può contare su 18/19 elementi, insufficienti per garantire la turnazione in quinta regolare, dato che, come dimostrato dal SAP nel corso dell’ultima verifica semestrale, le sostituzioni con personale degli uffici sono ormai giornaliere.

 

Per il SAP occorre dare un segnale forte e deciso all’amministrazione, a partire dalla reperibilità, per la quale abbiamo ricevuto il mandato di valutare anche la possibilità di bloccarla e, quindi, di non permettere nessun impiego.

 

Nel contempo è stato chiesto un incontro con il Questore, per rappresentare lo stato di disagio del personale della Questura e dei Commissariati.

 

 

Ancona, 23 febbraio 2012

 

                                                          La Segreteria Provinciale SAP

 

 

 

REPERIBILITA’


Sindacati in crisi d’identità?

 

13 ottobre 2011: l’Amministrazione, dopo essersi accorta che l’accordo semestrale sulla reperibilità è scaduto dai primi di settembre, convoca i sindacati per la nuova contrattazione.
Siulp (46%), Ugl (7%), Siap (2%), Silp (2%), Uil (1%) e Consap (1%), con il 59% di rappresentatività chiedono la trattativa a tavoli separati per cercare di mettere all’angolo il SAP, che, da solo, ha il 38,4%.


Nel corso dell’incontro il cartello Siulp-altri sindacati impone il rinvio della seduta, invitando l’amministrazione “a sospendere l’istituto della reperibilità” perché non contrattata.
Il Questore risponde picche, chiarendo che è necessario continuare a impiegare i reperibili.
 

La riunione con il SAP viene rinviata, anche perché sono sorti dubbi, da parte dell’amministrazione, circa la possibilità di espletare i tavoli separati.
 

27 ottobre 2011, ore 09.00: viene convocato il SAP che, acquisito il progetto dell’Amministrazione, approva l’unica modifica, volta a aumentare le reperibilità della DIGOS da 30 a 32 mensili, lasciando inalterate le reperibilità dei Funzionari di turno, della Squadra Mobile, dei quattro Commissariati distaccati, della Squadra Cinofili e degli Artificieri.
 

Il SAP, nel corso dell’incontro, conoscendo la situazione di fatto, annuncia nel verbale una serie di incontri con i colleghi interessati alla reperibilità, per valutare l’opportunità di introdurre il regime dell’art.18, comma 1, lett. e) ANQ (cioè la possibilità di espletare la reperibilità il giorno prima e dopo il riposo settimanale o il festivo), al fine di evitare l’impiego elevato e obbligatorio del personale prima, durante e dopo le domeniche e le festività.
 

Ore 09.30: nella riunione successiva entrano nuovamente in scena il Siulp e gli altri sindacati, che “segnalano una difforme applicazione della reperibilità della Squadra Mobile, quasi una sorta di trattativa privata su istituti contrattuali”. Posizione legittima dal punto di vista formale, ma dagli effetti dirompenti sotto l’aspetto pratico.
 

Poi, nella riunione sulla reperibilità, il cartello Siulp-altri sindacati e l’amministrazione decidono di proporre un quesito al Dipartimento sia per i tavoli separati, sia per conoscere se la reperibilità è o meno un istituto contrattuale pieno. Contestualmente il cartello Siulp-altri sindacati non è assolutamente disponibile a chiudere la trattativa, come fatto in precedenza dal SAP.
 

Ormai il danno è fatto! Probabilmente vengono impartite disposizioni perentorie, tanto che il Dirigente della Squadra Mobile comunica al personale che domenica 30 dovranno lavorare 6 colleghi!
 

Inoltre, tale sistema applicato da domenica 30 a martedì 1° novembre determina l’impiego, per 3 giorni consecutivi (2 festivi e 1 ponte), di 6 colleghi al giorno, per un totale di 18 uomini!
Immediata è stata la presa di posizione del SAP presso l’Ufficio di Gabinetto: se per i colleghi della Mobile si deve applicare il regime meno favorevole, allora lo stesso regime deve essere applicato a tutti, con 3 Funzionari di turno e 3 colleghi in ogni Commissariato al giorno, per i 3 giorni indicati.
 

Adesso attendiamo gli sviluppi, per capire se l’Amministrazione si appiattirà sulla posizione burocratico-natarile del cartello SIULP-altri sindacati, danneggiando decine di colleghi, costretti a lavorare il 30, il 31 e l’1, oppure sceglierà la strada più opportuna, come richiesto dal SAP.
 

Resta il disgusto per un’attività sindacale che, allo scopo di raggiungere a tutti i costi un obiettivo legittimo e condivisibile, indica solo la Squadra Mobile in merito all’applicazione difforme della reperibilità (quando la stessa applicazione difforme si riscontrerebbe in quasi tutti gli altri Uffici interessati), penalizza i colleghi reperibili e ritarda la fruizione delle ulteriori reperibilità che il SAP ha contrattato per la DIGOS.

 

A questo punto sorge spontanea la domanda: qualche sindacato soffre di crisi d’identità?

 

Ancona, 28 ottobre 2011


                   La Segreteria Provinciale S.A.P.

 

Abbiamo ricevuto la notizia, che pubblichiamo con piacere.

 

 

Ancona, 17 novembre 2010

Ancona,  ritrovato il medico neurologo disperso da due giorni,

in evidente stato confusionale

 

Il medico neurologo di 64 anni, scomparso due giorni fa dopo aver parcheggiato l’auto nei pressi di un laghetto vicino all’aeroporto di Falconara Marittima, in provincia di Ancona, è stato ritrovato dagli uomini della polizia in discrete condizioni di salute ma in evidente stato confusionale.

Secondo quanto si è appreso, l’uomo avrebbe girovagato per due giorni senza avere una meta ben precisa. Gli agenti lo hanno trovato su un sentiero ubicato a non troppa distanza del luogo in cui aveva lasciato il veicolo.

L’automobile era rimasta accesa. Il medico, che ricopre il ruolo di aiuto primario, è stato portato in ospedale per gli accertamenti sanitari del caso.

 

Complimenti a tutti i colleghi che hanno partecipato alle ricerche e a coloro che hanno ritrovato il medico.

 

La Segreteria Provinciale SAP

 

Oggetto: Installazione impianto climatizzazione.

             - Squadra Mobile e Divisione Anticrimine.

 

 

AL SIGNOR QUESTORE                                                   S E D E

 

^^^^

         Da alcuni giorni sono iniziati i lavori per l’installazione dell’impianto di climatizzazione negli uffici della Questura di Ancona   .

Si è appreso che il settore Affari Generali della Squadra Mobile, corrispondente alle stanze dalla nr. 128 alla nr. 131, sarà escluso dai  lavori.

In corrispondenza dei citato settore: al piano superiore, alla DIGOS, è stato già installato il nuovo impianto; mentre al piano inferiore, all’Anticrimine, non sarebbe ancora certa l’installazione.

L’evidente sperequazione creata da codesta amministrazione porterà inevitabilmente all’attivazione di contenziosi amministrativi - unita alla richiesta di spostamento del personale ed utenze telefoniche in locali climatizzati -, qualora la S.V. non provvederà a far inserire gli uffici mancanti nell’elenco dei locali da climatizzare.

 

In attesa di un cortese sollecito riscontro, si porgono distinti saluti.

 

 

LA SEGRETERIA PROVINCIALE SAP

SAP - Sindacato Autonomo di Polizia

Segreteria Regionale Marche

Indirizzo: Via Gervasoni 19 c/o Questura - 60129 - Ancona

Tel. e  Fax 07155241

email: marche@sap-nazionale.org

Webmaster

© Sindacato Autonomo di Polizia - Segreteria Regionale Marche

Privacy Policy Cookie Policy

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Navigando questo sito, chiudendo questo banner o cliccando su un link, acconsenti all’utilizzo dei cookies.

Se vuoi saperne di più leggi la Cookie Policy. Accettando l’informativa d’uso in base al Regolamento UE 2016/679 del 27 aprile 2016, noto come GDPR (General Data Protection Regulation), questo banner non ti verrà più mostrato.