U.P.G.A.I.P.

 

IL QUESTORE OSTAGGIO DEGLI STRANIERI

Occorre eliminare l’arretrato dell’immigrazione:

altri 6 colleghi assegnati temporaneamente a tale incarico.

 

 

Ormai i fascicoli degli stranieri sono sparsi per tutta la Questura: dalla Segreteria del Questore, alla Squadra Informativa del Gabinetto e all’U.P.G.A.I.P., per cercare di recuperare l’arretrato accumulato negli anni.

 

L’imperativo ministeriale, raccolto alla lettera dall’amministrazione, è di eliminare ogni ritardo; quindi sono stati aggregati altri 6 agenti ed operatori tecnici, senza alcun provvedimento scritto, per il rilascio dei permessi si soggiorno stagionali ed i ricongiungimenti, distogliendoli dagli altri servizi istituzionali, con contestuale creazione di ritardi in altri settori.

 

Se esiste una necessità, è chiaro che i poliziotti sono sempre disponibili a qualsiasi sacrificio temporaneo, ma non vorremmo che si trattasse del solito lifting per apparire più efficienti agli occhi del Dipartimento, senza l’adozione di alcuna soluzione definitiva.

 

In altre parole, se dopo l’eliminazione dei ritardi non seguirà una seria valutazione sulle procedure amministrative, la produttività ed i carichi di lavoro, ogni sacrificio sarà stato vano.

 

L’amministrazione è obbligata a stabilire se i 26 dipendenti dell’Immigrazione, di cui 15 poliziotti, sono congrui alla mole di lavoro esistente, per poter adottare le modifiche ritenute opportune, assegnando, se necessario, altro personale.

 

Ancona, 26 maggio 2009

 

 

IL SEGRETARIO PROVINCIALE

Filippo Moschella

SAP - Sindacato Autonomo di Polizia

Segreteria Regionale Marche

Indirizzo: Via Gervasoni 19 c/o Questura - 60129 - Ancona

Tel. e  Fax 07155241

email: marche@sap-nazionale.org

Webmaster

© Sindacato Autonomo di Polizia - Segreteria Regionale Marche

Privacy Policy Cookie Policy

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Navigando questo sito, chiudendo questo banner o cliccando su un link, acconsenti all’utilizzo dei cookies.

Se vuoi saperne di più leggi la Cookie Policy. Accettando l’informativa d’uso in base al Regolamento UE 2016/679 del 27 aprile 2016, noto come GDPR (General Data Protection Regulation), questo banner non ti verrà più mostrato.