Polizia di Frontiera Marittima e Aerea

 

                                                                                             Ancona, 19 febbraio 2015

 

 

Oggetto: Passaggio di migranti presso l’Ufficio Polizia Frontiera e Squadra Nautica.

               - Intervento di tutela sanitaria.

 

 

 

AL SIGNOR QUESTORE                                                                         SEDE

 

            AL SIGNOR DIRIGENTE L’UFFICIO POLIZIA DI FRONTIERA                 SEDE

 

 

 

^^^^^

Si è appreso che nel pomeriggio odierno dovrebbero giungere ad Ancona diverse decine di migranti, provenienti direttamente dalla Sicilia, che, a differenza del passato, dovrebbero essere sottoposti a visita medica e fotosegnalamento negli Uffici della Polizia di Frontiera e della Squadra Nautica della Questura.

 

Per quanto esposto, qualora non già provveduto, si chiede di far intervenire, dopo le operazioni di prassi, il personale dell’Ufficio Sanitario della Questura, per far disinfettare i locali utilizzati, prima di ripristinare la normale attività istituzionale.

 

In attesa di un sollecito riscontro, si porgono distinti saluti.

 

 

 

Il Segretario Provinciale

Filippo Moschella

 

 

POLMARE

VERSO UNA SOLUZIONE L’ATTRACCO IN SICUREZZA

DELLE NAVI CROATE?

 

 

Continua senza sosta la solitaria battaglia del Sap per la sicurezza dei colleghi della Polmare di Ancona.

 

Dopo il comunicato del 16 giugno, relativo alle criticità verificatesi in occasione dell’attracco della nave Snav alla banchina 13, il Sap è stato convocato dal Dirigente dell’Ufficio Polizia di Frontiera, il quale ci ha comunicato che anche l’Autorità Portuale si è formalmente attivata per risolvere le problematiche relative al deflusso dei veicoli e dei viaggiatori.

 

Ci sembra un buon inizio per cercare di risolvere una situazione che si protrae da tempo e che mette a repentaglio l’ordine, la sicurezza pubblica e l’incolumità dei poliziotti della Frontiera.

 

Adesso pretendiamo di vedere le innovazioni promesse, per la tutela di tutti i colleghi.

 

Ancona, 19 giugno 2014    

 

Il Segretario Provinciale

Filippo Moschella

 

POLMARE

 SQUADRA CONTRASTO REATI CONNESSI ALL'IMMIGRAZIONE

 

 La questione della Squadra addetta al contrasto dei reati connessi all'immigrazione sembra la solita lotta fra poveri, alimentata da comportamenti contraddittori dell'amministrazione.

Questo è il chiaro pensiero del SAP, esposto al Dirigente nel corso di un incontro condotto sabato scorso dai Segretari Provinciale e Regionale Sap, Filippo Moschella e Luca Bartolini.

I risultati operativi della squadra sono inconfutabili, tanto che sono stati riconosciuti anche a livello nazionale e internazionale, ma sembrerebbe che per qualche sindacato il gruppo debba essere spezzettato fra le altre Squadre di frontiera e quindi, di fatto, soppresso!

Al riguardo il Dirigente ha dichiarato che è esclusa ogni modifica dell'organizzazione del lavoro. Anche il Direttore dell'8^ Zona, contattato per le vie brevi oggi, è della stessa idea.

Altra questione è l'attività della squadra, che desta molte incomprensioni.

E' chiaro che le attività operative possono protrarsi oltre l'orario di servizio, ma è pacifico che, come prescrive la normativa, sono i Funzionari che devono autorizzare lo straordinario, quindi decidere chi rimane in servizio e chi no, tale autorizzazione non può essere delegata a terzi.

Quindi è esclusivamente un problema di gestione e organizzazione dell'ufficio, che alimenta una lotta senza senso fra settori, che inficia anche lo straordinario della Polaria e di tutti i settori, considerato che il blocco del programmato e i tagli sono diventati quasi una consuetudine.

E' ora che la dirigenza si assuma le responsabilità connesse alla funzione!

 

Ancona, 25 novembre 2013

 

La Segreteria Provinciale SAP

 

 

P O L A R I A


Dopo la modifica dell'organizzazione dei servizi,

ottenuti benefici per tutti i colleghi della Polaria e Polmare.

 

Oggi, nel corso di un incontro con il Dirigente, noi del SAP lo abbiamo detto chiaramente: non accettiamo il nuovo metodo di trasmissione dei servizi della Polaria, presumibilmente frutto di continue puntualizzazioni di alcuni soggetti, che vanno al lavoro con lo scopo di seminare contrasti e malcontento, coprendosi dietro una carica, e del disinteresse di qualcuno che preferisce fare come Ponzio Pilato.

 

Il Dirigente ha accolto le preoccupazioni espresse dalla delegazione Sap, volte a impedire l'aumento dell'incidenza delle malattie professionali e, conseguentemente, le continue sostituzioni del colleghi della Polaria con quelli della Polmare, specialmente nel periodo primaverile e estivo.

 

Il Dott. Nastari ha risposto di aver variato il metodo di trasmissione dei servizi per gestire con maggiore efficienza il personale esiguo, valutando, turno per turno, la presenza dei colleghi, in relazione al numero minimo previsto.

 

Circa l'esiguità dell'organico, ha inoltrato una richiesta urgente di assegnazione di nuovi colleghi alla Polaria e, quando arriveranno, valuterà se modificare l'attuale assetto.

 

Il Sap ha rappresentato che, attualmente, i colleghi della Polaria stanno espletando alcune ore di straordinario emergente, dalle 13.00 alle 14.00, per le esigenze connesse all'arrivo dei voli aerei, che in realtà è un servizio straordinario ampiamente programmabile. Per introdurre il turno in deroga 7/14 al posto del 6/13, è stata chiesta l'immediata convocazione di un'apposita riunione.

 

Inoltre, si è discusso in merito alla possibilità di effettuare l'aggiornamento professionale congiunto Polmare/Polaria e l'introduzione, a richiesta formale dei dipendenti, della facoltà di espletare il turno mattutino dopo quello serale.

 

Il Dirigente ha accolto le osservazioni del Sap, annunciando che convocherà tutti i sindacati nei prossimi giorni, alla presenza del Direttore dell'8^ Zona, per la contrattazione.

 

Il Sap ha chiesto, infine, di valutare un nuovo progetto per lo straordinario programmato, che contempli la facoltà di scelta, da parte dei colleghi, di alcune fasce orarie. Il Dirigente si è riservato di valutare la richiesta quando presenterà la previsione per il trimestre luglio-settembre.

 

Ancona, 05 aprile 2013

 

La Segreteria Provinciale Sap

 

 

P O L M A R E

 


Come richiesto dal Sap, chiariti i rapporti con la GDF.

Oggi ennesimo risultato operativo della Frontiera.

 

 

 

 

Finalmente sono stati puntualizzati i rapporti e, soprattutto, le competenze fra la GDF e la Polizia di Frontiera, come richiesto nei giorni scorsi dal Sap, anche allo scopo di evitare incomprensioni operative.


Questa è stata la risposta del Dirigente della Polizia di Frontiera comunicata ieri nel corso di un incontro con il Segretario Provinciale, Filippo Moschella, e Regionale, Luca Bartolini.

 

La riunione è servita anche per apprendere che, a breve, inizieranno i lavori di ristrutturazione degli uffici della Polmare, e che è stato concluso un accordo, con gli enti preposti, volto alla chiusura del Varco V1 quando non ci sono navi in arrivo o in partenza dal porto.


Bisogna attendere solo l'installazione dell'apposita segnaletica, per poter effettuare il bunkeraggio sfruttando il passaggio accanto al Varco V2, dopodiché sarà soppresso detto servizio, che sottrae risorse all'attività istituzionale.

 

Circa le divise operative per la Squadra addetta al contrasto dell'immigrazione clandestina, abbiamo appurato che presso il competente ufficio dipartimentale non è pervenuta alcuna richiesta. Quindi abbiamo chiesto al Dirigente di inviare un sollecito alla richiesta di fornitura rimasta inevasa.

 

Riguardo alle voci concernenti l'impiego del personale dei turni non continuativi in quelli continuativi, che attualmente servono solamente a creare lotte fra poveri, scollamenti e tensioni fra i colleghi vari settori, il Dott. Nastari ha precisato che attualmente lascerà l'attuale organizzazione, che rivaluterà solo in caso di gravi carenze di organico, considerato che quasi tutti i colleghi hanno fruito dei cambi turno richiesti.

 

Per il Varco carraio Colonne, presso l'Aeroporto di Falconara, in cui è stato soppresso il turno notturno, si stanno ricercando modifiche operative necessarie all'eliminazione del personale della Polizia in tutti i turni.

 

Mentre stiamo scrivendo questo comunicato ci è giunta notizia dell'ennesimo maxi-sequestro compiuto dalla Squadra addetta al contrasto dell'immigrazione clandestina. Sono stati bloccati 130 Kg di marijuana e arrestato il corriere straniero.


Bravi ragazzi!

 

Sap, il sindacato differente!

 

Ancona, 07 febbraio 2012

 

 

La Segreteria Provinciale Sap

 

 

POLMARE

OCCORRE CHIAREZZA NEI RAPPORTI CON GLI ALTRI SOGGETTI DEL PORTO

 

 

Il Sap protesta per le incomprensioni sorte negli ultimi tempi fra i poliziotti della frontiera e gli altri soggetti istituzionali operanti in porto, che hanno creato uno stato di malcontento diffuso, negativo per la serenità e l’efficienza operativa.

 

Per il Sap, che ha presentato la rimostranza nel tardo pomeriggio odierno, direttamente al Sig. Dirigente dell’Ufficio Polizia di Frontiera, occorre chiarezza nei rapporti, innanzitutto con le altre Forze di Polizia, per una netta separazione delle competenze.

 

Fino a ora i colleghi della Polmare hanno collaborato a stretto contatto con tutti e parecchi problemi sono stati già risolti. Adesso non si comprendono alcune procedure operative, come ad esempio l’attività della Guardia di Finanza sotto le navi provenienti dai paesi extra-Shengen prima dei controlli di frontiera della Polizia di Stato.

 

E’ chiaro che, a lungo andare, potrebbero crearsi sovrapposizioni e duplicazioni, sicuramente negative per le verifiche di frontiera.

 

Nel corso del colloquio è stata reiterata la richiesta di chiusura del Varco V1, quando non sono presenti navi nell’area extra-Shengen, allo scopo di utilizzare i poliziotti per le altre incombenze istituzionali.

 

Le resistenze, motivate con la preparazione del bunkeraggio, non hanno ragione di esistere, poiché detta attività è ampiamente programmabile e routinaria, quindi è possibile trovare un nuovo assetto, utile a evitare la dispersione del personale.

 

Il Dott. Nastari ha accolto le segnalazioni del Sap, precisando che, nonostante la procedura di riammissione odierna sia di esclusiva competenza della Polizia di Frontiera (compiuta senza i reperibili per la presenza di volontari nel turno notturno), sin da domani si attiverà per risolvere le due problematiche con le autorità competenti.

 

Ancona, 29 gennaio 2013


 

La Segreteria Provinciale SAP

 

 

POLMARE


MAXI SEQUESTRO DI MARIJUANA


BRAVI RAGAZZI!

 

 

 

Abbiamo appreso, con vivo piacere, dell'operazione portata a termine dai colloghi della Polmare, conclusasi con il maxi sequesto di 280 panetti di marijuana, per un totale di 302 chilogrammi, occultati a bordo di un autocarro proveniente dalla Grecia e trasportante cassette di plastica vuote. Se venduto, lo stupefacente avrebbe fruttato circa 3 milioni di euro.


Sono stati arrestati anche due cittadini albanesi per traffico internazionale di sostante stupefacenti.


Non ci resta che dire: bravi ragazzi!!!

 

Ancona, 16 gennaio 2012

 

 

La Segreteria Provinciale Sap

 

 

Ancona, 15 gennaio 2013

 


Oggetto:  Vestiario per personale impiegato nella Squadra addetta al contrasto
                 dell'immigrazione clandestina.

 

 

               AL SIGNOR DIRIGENTE L'8^ ZONA POLIZIA DI FRONTIERA               BOLOGNA

 

               AL SIGNOR DIRIGENTE L'UFFICIO POLIZIA DI FRONTIERA                  ANCONA

 


^^^^^^
            Per la peculiarità dell'attività svolta dal personale della Frontiera Marittima di Ancona impiegato nella Squadra addetta al contrasto dell'immigrazione clandestina, si prega di valutare la possibilità di richiedere l'assegnazione di divise bicolori per servizi di O.P., stivaletti e giubbini.

 

In attesa di un sollecito riscontro, si porgono distinti saluti.

 


Il Segretario Provinciale
Filippo Moschella

 

 

P O L M A R E


Poliziotti senza riscaldamento, il Sap interviene con forza.

Risolta la problematica.

 


Finalmente i colleghi della frontiera marittima potranno lavorare in uffici riscaldati, dopo il fermo intervento del Sap nel corso di un incontro tenutosi oggi con il Dirigente dell’ufficio.


Tutto è nato dal fatto che l’Autorità portuale, quando non sono presenti navi o sono chiusi gli uffici, spegne il riscaldamento centralizzato dello stabile in cui operano anche i colleghi, fino a tarda sera.


La problematica era stata già segnalata dal Sap il mese scorso, durante la riunione sulla sicurezza e salubrità dei luoghi di lavoro, ma la relativa richiesta della Polmare, dal 15 dicembre è rimasta lettera morta.


Oggi, in mezzo al disinteresse generale, i Segretari provinciale e regionale, Filippo Moschella e Bartolini Luca, hanno chiesto al Dirigente d’intervenire immediatamente.


E’ stata contattata l’Autorità portuale per le vie brevi, che si è impegnata a reperire e montare, nel giro di qualche giorno, dei condizionatori per tutti gli uffici della frontiera.


Il Sap verificherà i tempi d’installazione e, soprattutto, se le apparecchiature sono adeguate alla dimensione degli uffici.


Al Varco aeroportuale Colonne, dopo le proteste del Sap, è stato montato il cancello, ma mancano ancora il citofono e la telecamera che saranno installati a breve, in modo da permettere l’assenza dell’operatore durante il turno notturno.


Il Sap, la differenza fra il dire e il fare!


Ancona, 11 gennaio 2013                                       

 

 

Le Segreterie Provinciale  e  Regionale Sap

 

POLARIA E POLMARE


L’amministrazione chiede modifiche del turno di servizio serale della Polaria

e dell’aliquota dei cinquantenni esentatati: il Sap risponde NO!

 

 

Il Sap ha rifiutato la proposta dell’amministrazione di modificare il turno serale della Polaria, da 19/24 a 19/01, conformemente a quanto indicato dai colleghi.

 

Il turno 6/12, per recuperare l’ora non espletata sul turno serale, sarà svolto nella giornata del c.d. salto notte.

 

In merito alle esenzioni dai turni esterni e notturni dei cinquantenni, il Sap ha bocciato la proposta di diminuire l’aliquota del 25% di tutto il personale, al di sotto della quale le domande di esenzione devono essere accolte obbligatoriamente dall’amministrazione.

 

Lievi modifiche anche per gli orari di servizio del personale in servizio alla Polmare. Tenuto conto che non è possibile lavorare nei giorni in cui si è assenti legittimamente dal lavoro, il Sap ha accolto la proposta del Direttore di modificare il turno serale. In altre parole, quando i colleghi chiederanno di assentarsi il giorno in cui è previsto il turno pomeridiano, nella giornata precedente faranno il turno 18/24 anziché 19/01.

 

L’incontro è servito anche per fare il punto della situazione sulla problematica del Varco Colonne. Al riguardo il SAP ha riproposto ciò che ha dichiarato nel corso della riunione sulla sicurezza dei luoghi di lavoro, tenutasi nei giorni scorsi, cioè ha chiesto la chiusura del varco qualora la società di gestione non installi il climatizzatore, necessario a seguito delle rilevazioni tecniche, effettuate nelle scorse settimane dietro nostra formale richiesta.

 

Inoltre, la società di gestione non ha ancora impiegato la Guardia particolare giurata nei turni notturni, come stabilito nel corso di un recente CSA, quindi il Sap ha precisato che, nel caso in cui entro il mese di gennaio non ci saranno novità, chiederà la rivisitazione degli orari in deroga, a tutela della dignità di tutti i colleghi della Polizia di Frontiera Aerea.

 

Il Sap, il sindacato differente!

 

Ancona, 20 dicembre 2012

 

 

La Segreteria Provinciale Sap

 

Ancona, 13 dicembre 2012

 

 

Oggetto: Varco carraio “Colonne” presso Aeroporto “Raffaello Sanzio”

                 di Falconara.

 

 

      AL SIG. DIRIGENTE L'8^ ZONA POLIZIA DI FRONTIERA                              BOLOGNA

 

 

^^^^

       Il Sap, in più occasioni, Le ha chiesto di attivarsi per una più razionale ridistribuzione delle Forze dell’Ordine operanti presso lo scalo aereo, con l’impiego delle Guardie particolari giurate presso il Varco Colonne per i controlli di sicurezza, unitamente alla Guardia di Finanza impegnata negli obbligatori controlli doganali.

 

Il nuovo dispositivo permetterebbe di recuperare ben sei poliziotti, che potrebbero rafforzare i controlli perimetrali dell’area sterile aeroportuale e approfondire i controlli documentali e di sicurezza.

 

Anche il Sig. Prefetto, in data 11 settembre 2012, nel corso di un incontro ufficiale con una delegazione Sap, ha concordato sull’esigenza di implementare la sicurezza aeroportuale, auspicando una rapida soluzione della questione, affidata agli organi tecnici interessati, già sollecitati.

 

Nel corso di un Comitato di sicurezza aeroportuale, per quanto segnalato, si è deciso di installare un cancello al Varco “Colonne” e l’impiego, esclusivamente nel turno notturno, di una Guardia giurata. Attualmente, però, il cancello è inattivo.

 

La situazione si è ulteriormente aggravata a seguito delle misurazioni tecniche richieste dal Sap con la nota del 19 settembre 2012 ed eseguite nel mese di ottobre dal personale dell’Osservatorio Centrale per la Tutela della Salute nei luoghi di lavoro, le cui risultanze sono state esposte nel corso della riunione periodica, ex art. 35 D.L.vo 81/2008, tenutasi in data odierna presso l’Ufficio Polizia di Frontiera di Ancona.

Infatti, dai rilievi è emerso che, in merito all’indagine microclimatica “essendo la struttura costituita da pannelli in lamellare non è assicurato un adeguato isolamento termico”, tanto che il medico competente ha sollecitato la S.V. a installare condizionatori adeguati.

 

Alla luce delle risultanze tecniche e tenuto conto dell’annosità della problematica, mai risolta dalla società di gestione aeroportuale, il Sap ha chiesto l’immediata chiusura del luogo di lavoro perché insalubre, fino a quando non sarà ristabilito il microclima adeguato, accertato con apposito accesso del medico competente.

 

Per quanto esposto, si chiede che la S.V. intervenga immediatamente per evitare l’impiego del personale della Polizia di Stato al Varco carraio “Colonne”, così come avviene in altri aeroporti, significando che il perdurare dell’attuale situazione potrebbe avere risvolti negativi anche sul rinnovo degli orari atipici del personale della Polizia di Frontiera Aerea richiesto da codesta amministrazione, la cui riunione è prevista per il 18 dicembre 2012.

 

Infine, non è escluso il ricorso a iniziative che coinvolgano la pubblica opinione.

 

In attesa di un sollecito riscontro, si porgono distinti saluti.

 

 

Il Segretario Provinciale

Filippo Moschella

 

 

POLARIA, CINOFILI E ARTIFICIERI

DOPO I SOLLECITI SAP,

PARTE LA SECONDA CONVENZIONE PER I PASTI

 

La seconda convenzione per tutti i colleghi della Polaria, Cinofili e Artificieri era caduta nel dimenticatoio, fra dubbi sulla coesistenza di due accordi con imprese diverse e sul menù offerto dalla pizzeria.

 

Il Sap, in mezzo a tale indifferenza, si è attivato in più occasioni con l’Ufficio Amministativo-contabile della Questura, rappresentando le motivazioni a supporto dell’attivazione della convenzione.

 

Da questa settimana il nuovo servizio è operativo e sarà valido fino al 31 dicembre in via sperimentale, per far combaciare le scadenze dei due accordi.

 

Il Sap auspica che, da gennaio 2012, siano rinnovate entrambe le convenzioni, per offrire un servizio più completo a tutti i colleghi della Polaria, dei Cinofili e degli Artificieri.

 

Il Sap, il sindacato differente.

 

Ancona, 22 novembre 2012

 

Il Segretario Provinciale

Filippo Moschella

Pagina 1 di 4

SAP - Sindacato Autonomo di Polizia

Segreteria Regionale Marche

Indirizzo: Via Gervasoni 19 c/o Questura - 60129 - Ancona

Tel. e  Fax 07155241

email: marche@sap-nazionale.org

Webmaster

© Sindacato Autonomo di Polizia - Segreteria Regionale Marche

Privacy Policy Cookie Policy

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Navigando questo sito, chiudendo questo banner o cliccando su un link, acconsenti all’utilizzo dei cookies.

Se vuoi saperne di più leggi la Cookie Policy. Accettando l’informativa d’uso in base al Regolamento UE 2016/679 del 27 aprile 2016, noto come GDPR (General Data Protection Regulation), questo banner non ti verrà più mostrato.