Area Comunicati - Ancona

 

 

                                                                                                     Ancona, 22 luglio 2013

 

 


Oggetto: Impianto di climatizzazione presso Sala Operativa dell’Ufficio  

               P.G.S.P.

 


             AL SIGNOR QUESTORE                                           S E D E

 

^^^^^
          E’ stato segnalato a questa O.S. che, da oltre un mese, l’impianto di climatizzazione presso la Sala Operativa è rotto.


Considerato il tempo passato, si ritiene che i lavori di riparazione non siano stati richiesti con la c.d. “somma urgenza”.


Per quanto esposto, considerato che il COT è l’unico ufficio della Questura frequentato senza soluzione di continuità, si chiede di valutare la possibilità di richiedere i lavori di ripristino con la “somma urgenza”.


In attesa di un sollecito riscontro, si porgono distinti saluti.

 

 

 

Il Segretario Provinciale
Filippo Moschella

 

REPARTO MOBILE
DUE PESI E DUE MISURE



A Perugia i colleghi costretti a permanere quattro giorni,
in altre località, con servizi e distanze paragonabili, no


Sicuramente ci saranno state le solite esigenze di servizio, ma ci rimane difficile comprendere perché i colleghi impiegati a Perugia, in occasione della manifestazione Umbria Jazz, sono stati costretti a pernottare in loco nelle camerate della Questura, camerate polverose e, probabilmente, non rispondenti alla normativa vigente.


In altre occasioni, invece, per servizi similari, che si risolvono durante il normale turno di servizio, è stato autorizzato il rientro in sede.


Insomma, con oltre quaranta, diconsi oltre quaranta, colleghi a riposo nella giornata di ieri, il contingente è stato fatto permanere a Perugia per tre notti consecutive!


Auspichiamo che l’amministrazione adotti delle regole certe per l’espletamento dei servizi, che contemplino anche la rotazione dei colleghi e dei carichi di lavoro. Non basta dire aggregazione, perché c’è aggregazione e aggregazione.


Inoltre, per la dignità dei colleghi, abbiamo già inviato all’amministrazione una richiesta formale per chiarire, una volta per tutte, che tutti i ragazzi del Reparto Mobile sono uguali agli altri colleghi, quindi hanno diritto ad alloggi decenti e conformi alla normativa.


Questo è il Sap, il sindacato differente, anche in estate!


Ancona, 08 luglio 2013



La Segreteria Provinciale Sap

 

Ancona, 08 luglio 2013

 

Oggetto: Pernottamento personale negli alloggi della Questura di Perugia.

 

                 AL SIGNOR DIRIGENTE IL XIV REPARTO MOBILE DI                     SENIGALLIA

                 ALLA SEGRETERIA PROVINCIALE SAP                                        PERUGIA

                 ALLA SEGRETERIA GENERALE SAP                                            ROMA

 

^^^^

         La Segreteria Provinciale Sap di Ancona, in qualità di organizzazione sindacale portatrice di interessi diffusi,

PREMESSO

 

- che, in data 06, 07 e 08 luglio, un contingente di codesto Reparto Mobile ha pernottato negli alloggi della Questura di Perugia;

 

- che con la circolare nr. 333-G/II.2624/02 del 29 maggio 2012, avente per oggetto: “Trattamento economico di missione nazionale del personale della Polizia di Stato”, la Direzione Centrale per le Risorse Umane, Servizio T.E.P. e Spese Varie, è stato chiarito, in merito alle strutture dell’Amministrazione esistenti presso il luogo di missione, che: “Il termine "disponibili", riferito alle strutture dell'Amministrazione esistenti presso il luogo di missione, deve comprendere anche l'accezione "fruibile". A tale riguardo e con specifico riferimento agli alloggi si vuole evidenziare che la disponibilità non dovrà essere verificata esclusivamente rispetto alla circostanza che l'immobile sia o meno libero, ma anche al fatto che siano garantiti gli standard necessari riferiti sia allo stato che almeno ai servizi e alle dotazioni previste per la categoria alberghiera di cui all'art. 13 comma 2° D.P.R. nr. 51 del 16.04.2009”; nonché “… nella predisposizione dei provvedimenti di invio in missione, con espresso richiamo a quanto previsto dall'articolo sopra citato ed alle indicazioni sin qui fornite, il Dirigente della sede di servizio del dipendente che verrà inviato in missione, sentito il Dirigente della sede di destinazione, è tenuto a verificare, in via preventiva, la possibilità dì utilizzare le strutture dell'Amministrazione per il vitto e idoneo alloggio del personale. Tale ultima circostanza dovrà essere formalizzata nel provvedimento di invio in missione …”;


- che, in data 14 dicembre 2012 è stato siglato, fra Amministrazione e OO.SS, l’“Accordo per la determinazione dei criteri di idoneità degli alloggi di servizio per il personale della Polizia di Stato in missione (ai sensi dell’art. 22 dell’ANQ)”, il quale elenca dettagliatamente tutto ciò che deve contenere un alloggio della Polizia di Stato per essere definito idoneo e fruibile;

 

CHIEDE

 

  1. se codesto Reparto Mobile ha verificato, in via preventiva, la possibilità di utilizzare le strutture dell’amministrazione per idoneo alloggio del personale;

  2. se l’idoneità degli alloggi del personale è stata formalizzata nel provvedimento d’invio in missione;

  3. chi ha dichiarato idonei e fruibili, con tutti i requisiti indicati nell’accordo del 14 dicembre 2012, che ha innovato l’art. 22 ANQ, gli alloggi della Questura di Perugia in cui ha pernottato, la scorsa notte, il personale del Reparto Mobile di Senigallia.

 

In attesa di un sollecito riscontro, si porgono distinti saluti.

 

Il Segretario Provinciale

Filippo Moschella

 

 

POLSTRADA

 

 

PIANI COMPARTIMENTALI INIQUI: AVEVA RAGIONE IL SAP!

 

 

Dopo la nota del 31 maggio scorso, con cui il SAP ha evidenziato, per l'ennesima volta, l'iniquità dell'attuale assetto dei Piani compartimentali, che non tiene conto degli organici effettivi degli UU.OO.DD. e della Sezione, il Dirigente di Compartimento ci ha inviato una nota per comunicarci che saranno eliminate le incongruenze.

 

Infatti, per la cristallizzazione dei piani, Fabriano effettua il doppio delle pattuglie con turno 1/7 di domenica, rispetto agli altri reparti, differenza amplificata dagli accordi per le stragi, che prevedono il raddoppio delle pattuglie proprio in detto quadrante. Insomma danno su danno!

 

Dopo anni di proteste del Sap, l'ostracismo di chi vuole mantenere ciò che esiste (anche a scapito dei colleghi) e il disinteresse di coloro che si professano difensori degli operatori, solo a parole, il Dirigente di Compartimento ha preso in mano la situazione per eliminare eventuali discrasie, con il concorso anche dell'Ufficio Servizi della Sezione, proprio per trovare una soluzione definitiva.

 

Questo è il Sap, il Sindacato differente!

 

Ancona, 20 giugno 2013

 

 

 

Il Segretario Provinciale

Filippo Moschella


LA RISPOSTA DEL SIGNOR DIRIGENTE DEL COMPARTIMENTO

 

 

Ancona, 31 maggio 2013


 

Oggetto: Iniquità Piani compartimentali e Stragi del sabato sera.

 

 

AL SIG. DIRIGENTE DEL COMPARTIMENTO POLSTRADA       SEDE

 

AL SIG. DIRIGENTE DELLA SEZIONE POLSTRADA                  SEDE

 

^^^^^

            Come segnalato in più occasioni, i Piani compartimentali redatti da codesto Ufficio sono iniqui, poiché, senza tenere conto degli organici effettivi della Sezione e dei Distaccamenti, ripartisce le pattuglie con sproporzione.

 

Ad esempio, il Distaccamento Polstrada di Fabriano, dal 2008, espleta sempre nr. 2 turni di servizio 19/01 di sabato, nr.2 turni di servizio 1/7 e nr. 3 turni 13/19 di domenica.

 

Inoltre, nell'arco delle 5 settimane, espleta più pattuglie rispetto agli altri Distaccamenti, nonostante l'organico sia paragonabile.

 

Detto assetto influisce anche sui servizi per le c.d. Stragi del sabato sera, perché, dovendo impiegare la pattuglia compartimentale del turno 1/7 domenicale, si viene a gravare maggiormente su detto reparto.

 

Per di più, si contravviene sistematicamente all'accordo sottoscritto fra amministrazione e OO.SS., nella parte in cui si prevede che le stragi debbano essere espletate con cadenza quindicinale “a turno” da tre pattuglie, di cui una compartimentale.

 

Per quanto esposto, si chiede di:

 

1) rivedere i piani compartimentali, tenendo conto dell'organico effettivo dei pattuglianti e del numero dei reparti, totalmente quattro, che non si concilia con la rotazione del piano, parametrato su 5 settimane;

 

2) riaprire immediatamente la trattativa per gli orari in deroga relativi alle stragi, allo scopo di introdurre eventuali correttivi volti a garantire un'equa rotazione e carico di lavoro l'intero personale.

 

 

Il Segretario Provinciale

Filippo Moschella

 

 

XIV REPARTO MOBILE DI SENIGALLIA

Il Sap ottiene un regime equo per la fruizione dei pasti distanti dall’alloggio

 

 

Una delegazione del Sap, nel corso di un incontro, ha ottenuto dal Dirigente un trattamento più equo del personale nei casi in cui, come si è verificato in alcune aggregazioni nelle grandi città, si sono verificati disagi per i colleghi.

 

Il Dirigente ha dichiarato che valuterà, caso per caso, le migliorie rispetto al sistema attuale, tenuto conto che è l’amministrazione a dover risolvere tutte le questioni logistiche, senza nessun aggravio per il personale aggregato.

 

Durante l’incontro è stato fatto il punto della situazione sulla richiesta Sap di spostare gli armieri in ambiti diversi dall’armeria, ambiente riconosciuto poco salubre.

 

Il locale Ufficio Sanitario ha certificato le condizioni di vivibilità del container posto accanto al Corpo di Guardia, in cui potranno permanere per brevi periodi gli armieri impegnati nelle mansioni di competenza, continuando a svolgere il servizio di vigilanza.

 

Il Sap, pur apprezzando il passo avanti, ritiene temporaneo l’utilizzo del container, in attesa di trovare una sistemazione più adeguata.

 

Questi sono i risultati del Sap, il sindacato differente!

 

 

Senigallia, 24 maggio 2013

 

La Segreteria Provinciale Sap

 

 

P O L F E R


Come richiesto dal Sap, il doppio giorno libero diventa realtà

 

 

Questo il risultato di un incontro avvenuto ieri fra il Sap e l’amministrazione: quando, a giorni, saranno rivisti gli accordi decentrati, la dirigenza farà sua la proposta del Sap di introdurre un nuovo orario in deroga per tutti i colleghi addetti ai turni “in quinta”, che preveda l’espletamento di tredici minuti in più per ogni turno di servizio, oltre i tredici già previsti.

 

A seguito dell’innovazione, ogni cinque settimane si potrà fruire di un secondo Giorno Libero, nella giornata di martedì, a rotazione.

 

L’introduzione del nuovo orario apporterà notevoli benefici al personale della Polfer, così come già avviene in altri uffici del Compartimento.

 

Non ci resta che ringraziare la competente dott.ssa Lidia Passarello, per la sensibilità dimostrata a favore di tutti i colleghi turnisti.

 

Il Sap, il sindacato differente!

 

Ancona, 03 maggio 2013

 

 

Il Segretario Provinciale

Filippo Moschella

 

Ancona, 29 aprile 2013

 


Oggetto: Straordinario programmato trimestre aprile-giugno.

-Richiesta inserimento fasce orarie con intervallo di 30 minuti dal servizio

 


AL SIG. DIRIGENTE IL COMPARTIMENTO POLSTRADA               SEDE

AL SIG. DIRIGENTE LA SEZIONE POLSTRADA                                 SEDE


^^^^

       A seguito della modifica dell’organizzazione delle fasce orarie dello straordinario programmato, prima fruibili nel lasso 8/20 e, dopo alterne vicende promosse da soggetti diversi da questa O.S., oggi fruibili solo nelle fasce 8/11, 9/12 e 13/19, nonché nelle fasce 15/18, 16/19 e 17/20, si chiede l’inserimento di nuove fasce orarie, più congeniali alle necessità del personale e dell’amministrazione.


In particolare, come domandato dal Sap nel corso dell’esame congiunto, si chiede l’inserimento immediato delle fasce orarie 09.25/12.25 e 13.38/16.38, per il personale pattugliante addetto ai turni continuativi, nonchè 9.30/12.30 e 14.42/17.42 per il personale addetto ai turni atipici non continuativi del Compartimento, della Sezione e delle UU.OO.DD., come previsto dall’art.16, comma 3, lettera b) dell’ANQ.

 

In attesa di un sollecito riscontro, si porgono distinti saluti.

 

 

Il Segretario Provinciale

Filippo Moschella

 

 

P O L A R I A


Dopo la modifica dell'organizzazione dei servizi,

ottenuti benefici per tutti i colleghi della Polaria e Polmare.

 

Oggi, nel corso di un incontro con il Dirigente, noi del SAP lo abbiamo detto chiaramente: non accettiamo il nuovo metodo di trasmissione dei servizi della Polaria, presumibilmente frutto di continue puntualizzazioni di alcuni soggetti, che vanno al lavoro con lo scopo di seminare contrasti e malcontento, coprendosi dietro una carica, e del disinteresse di qualcuno che preferisce fare come Ponzio Pilato.

 

Il Dirigente ha accolto le preoccupazioni espresse dalla delegazione Sap, volte a impedire l'aumento dell'incidenza delle malattie professionali e, conseguentemente, le continue sostituzioni del colleghi della Polaria con quelli della Polmare, specialmente nel periodo primaverile e estivo.

 

Il Dott. Nastari ha risposto di aver variato il metodo di trasmissione dei servizi per gestire con maggiore efficienza il personale esiguo, valutando, turno per turno, la presenza dei colleghi, in relazione al numero minimo previsto.

 

Circa l'esiguità dell'organico, ha inoltrato una richiesta urgente di assegnazione di nuovi colleghi alla Polaria e, quando arriveranno, valuterà se modificare l'attuale assetto.

 

Il Sap ha rappresentato che, attualmente, i colleghi della Polaria stanno espletando alcune ore di straordinario emergente, dalle 13.00 alle 14.00, per le esigenze connesse all'arrivo dei voli aerei, che in realtà è un servizio straordinario ampiamente programmabile. Per introdurre il turno in deroga 7/14 al posto del 6/13, è stata chiesta l'immediata convocazione di un'apposita riunione.

 

Inoltre, si è discusso in merito alla possibilità di effettuare l'aggiornamento professionale congiunto Polmare/Polaria e l'introduzione, a richiesta formale dei dipendenti, della facoltà di espletare il turno mattutino dopo quello serale.

 

Il Dirigente ha accolto le osservazioni del Sap, annunciando che convocherà tutti i sindacati nei prossimi giorni, alla presenza del Direttore dell'8^ Zona, per la contrattazione.

 

Il Sap ha chiesto, infine, di valutare un nuovo progetto per lo straordinario programmato, che contempli la facoltà di scelta, da parte dei colleghi, di alcune fasce orarie. Il Dirigente si è riservato di valutare la richiesta quando presenterà la previsione per il trimestre luglio-settembre.

 

Ancona, 05 aprile 2013

 

La Segreteria Provinciale Sap

 

 

COMPARTIMENTO STRADALE

Reperibilità. Il Sap non firma l’accordo, ritenuto iniquo

 

 

 

L’8 marzo, all’inizio della riunione per la ripartizione semestrale delle 14 reperibilità mensili del Compartimento Polstrada, l’amministrazione ha proposto l’assegnazione dei turni agli Ufficiali di P.G., nelle giornate prefestive e festive, e le rimanenti 4/6 reperibilità, “a ratifica” per i colleghi della Squadra di P.G., poiché in questo periodo stanno effettuando diverse attività d’indagine.

 

Nonostante il SAP abbia riconosciuto che la proposta del Dirigente era innovativa rispetto precedente assetto, è stato firmato un accordo fotocopia del precedente, da siulp, siap, silp, ugl e consap, che recita: “i turni di reperibilità pattizia sono nr.14 mensili e che saranno utilizzati solo per gli ufficiali di P.G. impiegati nei giorni prefestivi e festivi a rotazione fra loro”.

 

Se i festivi e prefestivi sono 8/10 al mese, come facciamo a utilizzarne 14?

 

Insomma, la Stradale è sempre all’avanguardia: l’8 marzo, la “festa” l’hanno fatta a tutta la Squadra di P.G.!

 

 

Ancona, 17 marzo 2013

 

 

La Segreteria Provinciale Sap

 

 

REPARTO MOBILE

PROBLEMATICHE ARMERIA:

QUALCOSA SI INCEPPA, DOPO INTERVENTO SAP

 

 

Il Sap, con la nota del 25 febbraio 2013, aveva chiesto al Dirigente del Reparto Mobile un incontro per rappresentare alcune problematiche riguardanti il personale dell’Armeria, connesse al divieto di permanere per lungo tempo nei magazzini e alla riconsegna del materiale al termine del servizio.


Il 7 marzo, durante un incontro, il Dirigente ha accolto quanto esposto dal Sap, tanto che l’8 marzo sono state diffuse nuove direttive, per contemperare le esigenze temporali di riconsegna dell’equipaggiamento con la necessaria verifica contestuale.


Erano attese novità anche per l’utilizzo di un ufficio al piano terra, dotato di computer, per il disbrigo delle pratiche di tutto il personale dell’armeria, ma inspiegabilmente, dopo la diffusione, ad arte, di notizie riguardanti i turni e il servizio esterno svolto dagli armieri, il Dirigente ci ha comunicato che per il disbrigo delle pratiche si potrà utilizzare il container posto accanto al Corpo di Guardia, negli orari in cui non è utilizzato come sala d’aspetto.


Riteniamo la soluzione temporanea, poiché migliora le condizioni di lavoro dei colleghi senza dargli la dignità che gli spetta!


Auspicavamo una disposizione per l’utilizzo dell’Ufficio Armeria, posto al piano terra, dotato anche di computer per informatizzare le procedure burocratiche, ma pare che qualcuno o qualche gruppo si sia messo di traverso, diffondendo, per giunta, assurde modifiche a turni lavorativi e ai servizi esterni.

 

Il messaggio è chiaro: evita di dare troppo fastidio per la tua dignità di armiere, altrimenti potresti perdere qualcosa che ti fa comodo!

 

Lasciando ogni considerazione a chi legge, ci permettiamo solo due osservazioni:


1) i turni al Corpo di Guardia, essendo atipici, possono essere cambiati con l’assenso del Sap (quasi 40% di rappresentatività!) e noi, senza la richiesta dei colleghi interessati, mai daremo il nostro benestare.

2) Non serviva l’intervento sindacale per rivendicare un ufficio dignitoso per tutti i colleghi dell’armeria, ma sarebbe bastato che chi, oggi, lo ha in uso saltuario, l’avesse messo spontaneamente a disposizione, anche quando, spesso e volentieri, se ne va a fare i servizi con il Nucleo (fino a poco fa, senza le domeniche rosse?).

 

Ancona, 18 marzo 2013

 

La Segreteria Provinciale Sap

 

 

Ancona, 15 marzo 2013

 

 

Oggetto: Distaccamento Polstrada di Fabriano. Violazione A.N.Q. .

 

 

        AL SIG. DIRIGENTE IL COMPARTIMENTO POLSTRADA     SEDE

 

        AL SIG. DIRIGENTE LA SEZIONE POLSTRADA                  SEDE

 

 

^^^^

        Come riferito per le vie brevi al Sig. Dirigente la Sezione Polstrada, presso il Distaccamento di Fabriano il personale addetto ai turni continuativi viene costantemente impiegato, con turno 8/14, per attività burocratiche, in sostituzione di parte dei tre gli Ispettori.

 

Allo scopo di evitare contenziosi, dal chiaro esito, si prega di interrompere immediatamente detta prassi, contraria ai dettami dell’ANQ, a partire dalla programmazione settimanale dal 18 al 24 marzo 2013

 

In attesa di un sollecito riscontro, si porgono distinti saluti.

 

 

Il Segretario Provinciale

Filippo Moschella

SAP - Sindacato Autonomo di Polizia

Segreteria Regionale Marche

Indirizzo: Via Gervasoni 19 c/o Questura - 60129 - Ancona

Tel. e  Fax 07155241

email: marche@sap-nazionale.org

Webmaster

© Sindacato Autonomo di Polizia - Segreteria Regionale Marche

Privacy Policy Cookie Policy

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Navigando questo sito, chiudendo questo banner o cliccando su un link, acconsenti all’utilizzo dei cookies.

Se vuoi saperne di più leggi la Cookie Policy. Accettando l’informativa d’uso in base al Regolamento UE 2016/679 del 27 aprile 2016, noto come GDPR (General Data Protection Regulation), questo banner non ti verrà più mostrato.